Concerto in commemorazione del Maestro Luigi Pavan a favore dell'Advar di Treviso

TREVISO - L’Associazione Musicale Luigi Pavan Onlus ha organizzato un concerto benefico in commemorazione del Maestro Luigi Pavan, nella ricorrenza del tredicesimo anniversario della scomparsa, a favore dell’ADVAR di Treviso per sostenere le opere assistenziali che l’Ente compie quotidianamente a favore di persone malate, e per donare un contributo per il completamento dell’ampliamento dell’Hospice “Casa dei gelsi”, ed avrà come scopo la raccolta di fondi da devolvere in beneficenza all’ADVAR.

Il concerto si terrà giovedì 12 giugno 2014 all’Auditorium di Santa Caterina di Treviso alle 21, con una replica il giorno seguente alla stessa ora.

VIOLINI: Giorgio Pavan, Claudio Rado, Mariaelena Chech, Paola Gorza, Giovanni Melchiori, Stefano Pavan, Alberto Stiffoni

VIOLE : Alessandro Dalla Libera, Marcella Campagnaro

VIOLONCELLI: Marco Dalsass, Tiziana Gasparoni, Gilda Urli, Valeria Zanella.

CONTRABBASSO: Claudio Gasparoni

CLAVICEMBALO: Maria Rosa Giraldi

FLAUTO : Anna Buck

DIRETTORE: Stefano Pagliani

STEFANO PAGLIANI Allievo di Paolo Borciani, si è diplomato in violino al Conservatorio Verdi di Milano, ed ha proseguito gli studi ed il perfezionamento con Franco Gulli e Salvatore Accardo. Scelto dal Maestro Zubin Metha nel 1986 quale primo violino solista per l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, dal 1990 al 2000 è stato primo violino solista dell’orchestra del Teatro alla Scala di Milano e dell’omonima Orchestra Filarmonica. Ha inciso per EMI, Arcadia, Agorà, Dynamic, Tactus, Fonit Cetra: integrale sonate di Brahms, Ravel, Schumann, Prokofiev, Respighi, integrale trii d’archi di Beethoven, e molte altre composizioni tra cui i concerti per violino e orchestra di Beethoven, Saint-Saens e Bruch. Ha fondato il “Trio d’archi della Scala”, i “Virtuosi Italiani”, i “Solisti della Scala” e l’”Ensemble Filarmonico italiano”. È primo violino solista e concertatore degli “Archi della Scala”. Ha iniziato a dirigere nel 1991 l’Orchestra dell’Accademia Filarmonica della Scala, proseguendo l’attività direttoriale con La Nuova Scarlatti di Napoli, I Virtuosi Italiani, I Solisti della Scala, I Musici di Parma, Orchestra Haydn, Orchestra Sinfonica Guido D’Arezzo, Orchestra Filarmonica Umbra. È regolarmente ospite dei piu’ importanti Festival Internazionali, per cui ha compiuto numerose tournées: nel 2004 in Usa (concerto al palazzo ONU di New York) e Canada, nel 2005 in Cina, Corea e Taiwan e nel 2006 in Giappone ed in Sud America in qualita’ di solista e direttore. Nel 2009 ha debuttato al Performing Art Center di Pechino dove ha diretto “Milan Chamber Orchestra-La Scala Players” in un programma dedicato ad Opere di Verdi, Puccini e Rossini. Successivamente ha esordito al KKL di Lucerna dirigendo un “Galà Verdiano” con arie e Ouverture da Traviata, Don Carlo, Aida, Trovatore, Giovanna d’Arco, Nabucco. Impegnato nella direzione dell’Integrale dei Concerti per Pianoforte di Rachmaninof abbinati alle sinfonie di Beethoven, nel 2011 ha inaugurato il Festival di Noto nella 36a edizione con un programma interamente dedicato a Mendelssohn. Nel marzo 2012 ha partecipato al Progetto per i Giovani Musicisti del Sud Africa a Cape Town, Johannesburg e Pretoria, collaborando alla preparazione e realizzazione dell’Opera “The Fairy Queen” di H. Purcell. Nel 2012 ha effettuato una tournée in Asia ove ha diretto le opere Elisir d’amore di Donizetti, Traviata di Verdi e Butterfly di Puccini. Da anni tiene corsi di alto perfezionamento e masterclass per le più importanti Istituzioni Musicali in Italia (Accademia Filarmonica della Scala, Accademia Perosi di Biella , Scuola di Fiesole etc.) e all’estero: Giappone, Taiwan, Corea e Sud America. È professore presso l’Accademia Filarmonica della Scala di Milano, la Scuola di Musica di Fiesole, l’orchestra “Simon Bolivar” di Caracas, Università di studi di Taiwan e Taigwon, Università di studi di Toronto, ed è Music Director of the Artist international Music and Dance association di Toronto.

GIORGIO PAVAN Diplomato in violino a pieni voti, si è poi perfezionato in Italia e all’estero con G. Carmignola, M. Rizzi, D. Bogdanovic, F. De Angelis, R. Baraldi, R. Rogoff, S. Pagliani, D. Comuzzi, Pavel Vernikov, Shmuel Ashkenasi, e per la prassi esecutiva barocca con A. Marcon, G. Fava e S. Montanari. Recentemente ha frequentato un masterclass internazionale di alto perfezionamento presso la ”Diesis Academy” di Roma. Ha partecipato a concorsi nazionali ed internazionali di violino, vincendo due primi premi, un Diploma d’onore e vari Diplomi di Merito (Venezia, Gorizia, Vittorio Veneto).  Fino al 2006 ha fatto parte dell’organico dell’Orchestra giovanile “Cherubini”, fondata e diretta dal M° Riccardo Muti, e patrocinata dalla Fondazione Teatro alla Scala di Milano. Numerose le collaborazioni con altre prestigiose orchestre in importanti Stagioni Musicali (Orchestra d’Archi Italiana, Orchestra “Accademia Musicale di San Giorgio”, Orchestra Filarmonica “A. Toscanini” di Parma, Orchestra del Teatro “La Fenice” di Venezia, Venice Baroque Orchestra, I Sonatori de la Gioiosa Marca), che lo hanno portato a svolgere intensa attività concertistica e ad esibirsi in alcune delle più rinomate Sale concertistiche d’Italia, Austria, Germania, Spagna, Francia, Ungheria, sotto la direzione di famosi Maestri quali R. Muti, L. Maazel, E. Inbal, Geri Bertini, M. Rostropovic, De Burgos, Temirkanov, I. Karabtchevsky, Z. Hamar, A. Janiczek, T. Zehetmair, S. Accardo, R. Goodman, M. W. Chung. Nel 2006 ha effettuato una tournée negli Stati della ex-Jugoslavia suonando col violoncellista Alain Meunier, e recentemente è stato impegnato in una serie di concerti con i violinisti R. Capuçon, S. Kuijken e Ch. Banchini. Nel 2005, con l’Orchestra da Camera di Padova e del Veneto, ha inciso musiche di Bernstein e Barber sotto la direzione di Zsolt Hamar. Collabora tuttora con l’Orchestra del Teatro “La Fenice” di Venezia e con i Sonatori de la Gioiosa Marca. Ha effettuato registrazioni radiofoniche per la RAI e per la Radio di Lugano.

MARCO SCHIAVON Si è diplomato brillantemente in oboe presso il Conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco Veneto (TV) sotto la guida del M° A. Pietrobon. Ha frequentato i corsi internazionali di perfezionamento tenuti dal M° D. Dini Ciacci a Follina (TV) e Belluno, dal M° H. Schellemberger a Fiesole e dal M° F. Leleux a Petritoli (AP). Nel 1999 ha conseguito con il M° H. Elhorst il Diploma di Solista presso il Conservatorio della Svizzera Italiana e in questa occasione ha eseguito e registrato il concerto per oboe di R. Strauss con l’Orchestra della Svizzera Italiana. Dal 1996 al 1998 è stato Primo Oboe dell’Orchestra Giovanile Italiana ed ha collaborato, sempre in qualità di Primo Oboe, con diverse orchestre: “Haydn” di Bolzano, Filarmonia Veneta di Treviso, Fenice di Venezia, Orchestra Regionale Toscana, Orchestra del Teatro Regio di Torino, Orchestra da Camera di Mantova, Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova, Orchestra da Camera di Padova e del Veneto, Orchestra Filarmonica della Fondazione Arturo Toscanini di Parma, Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Filarmonica della Scala e Orchestra del Teatro alla Scala (presso cui è stato impegnato dal 2000 al 2004 ) suonando con prestigiosi direttori come: G. Sinopoli, L. Berio, E. Krevine, F. Bruggen, P. Maag, J. Tate, K. Nagano, V. Gergiev, W. Sawallisch, E. Imbal, G. Pretre, R. Muti, L. Mazel, N. Mariner, R.F. de Burgos, D. Gatti , A. Lombard e M. W. Chung. Ha ottenuto il primo premio al concorso oboistico di Asti; è risultato vincitore del concorso di musica da camera “Rosetum” di Milano e del concorso oboistico di Petritoli (AP). Si è inoltre classificato secondo al concorso europeo di Moncalieri (TO) e, in duo con la pianista Paola Vianello, è stato segnalato alle selezioni nazionali dell’A.R.A.M. grazie alle quali ha registrato per la Discoteca di Stato Italiana a Roma presso l’Accademia di San Luca. Svolge attività sia come solista che in formazioni da camera e nel 2004 ha vinto il concorso internazionale per Primo Oboe nell’Orchestra della Svizzera Italiana di Lugano, ruolo che attualmente ricopre.

L’ORCHESTRA DA CAMERA “LUIGI PAVAN” Si è formata nel 1995 con la denominazione di “Orchestra Cameristica Trivigiana”, con lo scopo di fare buona musica e di diffonderla sensibilizzando la popolazione, soprattutto locale, nei confronti di questa nobile arte. E’ formata da un organico prevalentemente cameristico, variabile in funzione del repertorio, costituito da strumentisti professionisti che svolgono una ragguardevole attività concertistica anche come solisti e collaborano con altre famose orchestre di livello nazionale ed internazionale, e che hanno già suonato in alcune delle più prestigiose sale concertistiche italiane ed europee, sotto la guida di direttori come Muti, Abbado, Maazel, Inbal, Rostropovic, De Burgos, Karabtchevsky, Geri Bertini, Hamar, Janiczek, Zehetmair, Koopman, Hogwood, Leonhardt, Chung. Dall’anno 2006, dopo la costituzione dell’Associazione Musicale Luigi Pavan Onlus, è stata cambiata la denominazione dell’Orchestra, che si è voluta dedicare al nome del Maestro Luigi Pavan, famoso musicista e didatta trevigiano che ha formato generazioni di musicisti (divenuti poi artisti di fama nazionale ed internazionale e stimati insegnanti) trasmettendo loro non solo nozioni e tecnica ma soprattutto l’amore per la musica. Da allora, la formazione orchestrale ha acquisito la nuova denominazione di “Orchestra da Camera Luigi Pavan”. E da allora, una delle finalità dell’Orchestra è anche quella di organizzare concerti di beneficenza per la raccolta di fondi a favore di persone svantaggiate e di Enti benefici. I numerosi concerti già effettuati dall’Orchestra hanno sempre ottenuto lusinghieri consensi dalla critica e dal pubblico.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Concerto per il nuovo Vescovo di Treviso: il "Messiah" di Händel al tempio di San Nicolò

    • Gratis
    • 15 dicembre 2019
    • Tempio di San Nicolò
  • Festival gospel 2019: concerti di Natale al Teatro Sant'Anna

    • dal 19 dicembre 2019 al 11 gennaio 2020
    • Alcuni Teatro Sant'Anna
  • Natale incantato: a Treviso arriva il Carlo colombo Christmas show

    • Gratis
    • 20 dicembre 2019
    • Loggia dei Cavalieri

I più visti

  • “Per non dimenticare”: ecco la mostra con scritti e oggetti di ex internati

    • Gratis
    • dal 13 aprile 2019 al 27 gennaio 2020
    • Museo degli Alpini
  • Visita in cantina - wine tour & tasting

    • dal 1 aprile al 31 dicembre 2019
    • Canevel Spumanti S.p.a.
  • Cenone di Capodanno al ristorante Al Catello di Conegliano

    • 31 dicembre 2019
    • Ristorante al Castello di Conegliano
  • L'Industrial Art sbarca nella Marca con Salvatore Indriolo e Debora Fior

    • dal 14 settembre 2019 al 12 gennaio 2020
    • Museo Casa Gaia da Camino (2° piano)
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    TrevisoToday è in caricamento