La Lav Treviso chiede di sospendere l’abbattimento degli alberi lungo il Put

Mara Garbuio: "Sono emerse alcune criticità relative alla presenza e alla gestione di fauna selvatica che ci inducono a richiedere di riconsiderare il provvedimento"

"In merito all'Ordinanza Sindacale nr. 1782 dell'11 giugno relativa all'abbattimneto di urgenza di alberi vincolati ubicati in aree cittadine lungo il Put, a tutela della pubblica incolumità, da un esame veloce dell'Ordinanza e delle schede relative alle piante oggetto di abbattimento sono emerse alcune criticità relative alla presenza e alla gestione di fauna selvatica che ci inducono a richiedere di riconsiderare il provvedimento". A dirlo, in una lettera al Comune, è Mara Garbuio per la LAV Treviso.

"Ci permettiamo di far osservare quanto segue: alcune specie di uccelli nidificano nelle cavità degli alberi 'vecchi' e/o deperenti, cavità che vengono trovate o create come dal picchio;  la carenza di 'vecchi alberi' genera carenza di siti e/o possibilità di nidificazione. Questa carenza può solo in parte venir surrogata dall'apposizione di scatole nido e non a caso le più moderne prescrizioni forestali prevedono il rilascio di un certo numero di piante 'vecchie' per ettaro, allo scopo di fornire i siti adeguati. Pertanto, ferma restando la necessità di abbattere gli alberi che costituiscono un oggettivo pericolo alla pubblica incolumità, si potrebbe auspicare il rilascio delle piante vecchie, site in posti dove non c'è passaggio di persone, ad esempio tra le mura e il canale, anche tagliando alcuni rami laterali per alleggerire la chioma e diminuire così la probabilità di schianto o rovesciamento. Si richiede quindi - termina Massimo Vitturi responsabile area animali selvatici per la LAV - ove possibile, di eseguire le opere di abbattimento al di fuori del periodo di nidificazione, quest’anno in ritardo a causa delle temperature fredde fino a pochi giorni fa, e delle conseguenti cure parentali . Dati i tempi ristretti per un esame approfondito della documentazione chiediamo una proroga dei tempi di esecuzione dei lavori e la possibilità di un incontro per discutere della questione".

Potrebbe interessarti

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

  • Pioggia, vento e grandine: la Marca ancora nella morsa del maltempo

  • Lutto tra le colline del prosecco, addio a Fabio Ceschin

  • Sorgenti del Piave, la commissione di esperti conferma: «Sono in Veneto»

I più letti della settimana

  • Tragico frontale a Borgoricco, morto un prete di 82 anni

  • Centauro 21enne si schianta contro un'auto: è grave all'ospedale

  • Preso a bastonate e soffocato con un cuscino: arrestate per omicidio

  • Si schianta contro un'auto con la Vespa, muore 45enne

  • Malore fatale nella notte, muore una 45enne

  • Segrega in casa e picchia la moglie e la figlia di 14 anni: arrestato 50enne padre-padrone

Torna su
TrevisoToday è in caricamento