Inaugurata la nuova passerella di via Motta per la rete ciclopedonale moglianese

Farà anche cerniera tra le ciclovie di Venezia e Treviso e darà possibilità di azioni concrete per la promozione del turismo slow

E’ stata inaugurata sabato la nuova passerella ciclopedonale di via Motta sul fiume Zero. Viene così realizzato un altro tratto della Rete ciclopedonale moglianese che va a potenziare l’attuale sistema esistente favorendo la mobilità lenta e in sicurezza. Questa nuova passerella è decisiva per il collegamento della frazione di Campocroce con il centro e fa da raccordo con i comuni limitrofi Sambughè Preganziol (a nord), Venezia (a sud). Nello stesso tempo, inoltre, questo intervento crea una via ciclopedonale che collegandosi con le ciclabili del veneziano e del trevigiano già esistenti, si inserisce in una Rete più vasta di livello nazionale e internazionale, che, in linea con le più recenti e moderne politiche comunitarie, punta alla promozione di nuove forme di turismo lento, ecosostenibile e a contatto con la natura.

La passerella di via Motta si inserisce un circuito virtuoso che collega verso sud la già importante rete ciclabile europea che si sta già allargando, nelle province di Treviso e Venezia, in tutte le direzioni. Verso nord si va a Monaco attraverso la spettacolare ciclabile delle Dolomiti, verso sud/est al mare via Restera, verso ovest a Castelfranco, Padova, Vicenza via la Treviso-Ostiglia. Da Treviso passa anche la Claudia Augusta che da Venezia va verso la città tedesca di Donauwoerth, sul Danubio, seconda per preferenze nella classifica stilata dalla Federazione dei cicloturisti tedeschi.

“In questi anni stiamo lavorando per la promozione della mobilità dolce quale antidoto al traffico veicolare e all’inquinamento, come strumento per favorire il benessere e la salute dei cittadini. Sicuramente la passerella di via Motta è un elemento importante della rete ciclabile moglianese. Ambisce anche a diventare un nodo di collegamento perché intendiamo creare le condizioni per allargare la rete e rendere possibili percorsi che si innestino nelle grandi direttrici ciclabili europee. Il cicloturismo, per noi una priorità, è una delle nuove frontiere del turismo soprattutto nordeuropeo e può essere un terreno di sviluppo per il nostro territorio che ne ha tutte le potenzialità”, ha commentato il sindaco Carola Arena.

La nuova passerella è stata realizzata, come quelle della pista ciclopedonale Olme-Zerman, in ferro, con l’utilizzo un cemento lisciato antisdrucciolo sul fondo, a garanzia della sicurezza degli utenti e della manutenzione futura. “Il costo complessivo dell’opera è stato di 90mila euro, di cui la metà per la sola passerella. Ora che è stato definitivamente chiarito che la  strada, privata, è di servitù pubblica ci siamo anche assunti l'onere della sua manutenzione e nell’occasione è stata sistemata a dovere, mantenendone l’aspetto paesaggistico e morfologico”, ha commentato l’assessore ai lavori pubblici Filippo Catuzzato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Comune Mogliano- passerella via Motta-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Malore fatale, il titolare della pizzeria "Da Max" muore a 52 anni

  • Camion carico di pollame finisce sulla pista ciclopedonale

  • Partita la maxi campagna vaccinale per 15mila ragazzi trevigiani

  • Tragico schianto contro un'auto, muore motociclista 61enne

  • Guarisce dal Coronavirus e lancia un appello ai giovani: «Evitate la movida»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento