SiAmo Carbonera presenta programma, lista dei candidati e il calendario degli incontri

Depositata la lista dei 16 candidati consiglieri

La lista SiAmo Carbonera

«In meno di un mese, abbiamo assemblato forze, idee e risorse, e messo a punto un progetto amministrativo volto al miglioramento della vita a Carbonera – rivendica orgoglioso Ruggero Bonacina, consulente finanziario di 60 anni, candidato a sindaco di Carbonera per i prossimi 5 anni – l’entusiasmo e la determinazione delle persone che lavorano in questa lista hanno prodotto qualcosa di davvero speciale: un disegno per il futuro di Carbonera e delle sue frazioni, puntuale, completo, ispirato finalmente da visione e prospettiva, che qui latitano da oltre 30 anni». La lista è composta da 16 candidati consiglieri, tutti residenti o provenienti da Carbonera, Mignagola, Biban, Pezzan, San Giacomo e Vascon. Tutti liberi cittadini, molti dei quali alla prima candidatura, nessuno con una tessera di partito in tasca. 7 donne e 9 uomini, che rappresentano in modo omogeneo il territorio per distribuzione geografica, attività, età agrafica. Si va dai 75 anni del veterano Gianni De Biasi, carrozziere di Biban e consigliere comunale uscente, ai 20 anni di Mirka Martin, studentessa universitaria a Padova. Nella lista, anche l’ex ciclista professionista Andrea Pagoto, che sul finire degli anni 2000 corse al fianco di campioni come Pozzovivo e Perez Cuapio.

«SiAmo Carbonera perché noi siamo cittadini di Carbonera – prosegue Bonacina - non abbiamo partiti che “indirizzano” i nostri propositi per il territorio: siamo i veri civici, cittadini con competenze e vissuti molto diversi tra loro ma con lo stesso obiettivo comune: rendere vivo il territorio dove abitano. Il nostro programma è costruito per le persone e con le persone, siamo ispirati dalle opinioni e dalle idee dei cittadini di Carbonera, crediamo che l’ascolto sia l’unica risorsa per rinnovare la politica. Promuoviamo la trasparenza amministrativa, l’apertura al confronto, la democrazia partecipata, la solidarietà come motore della nostra comunità. L’obiettivo primario è di cogliere le potenzialità del sistema locale perché a Carbonera deve essere bello non solo ABITARE, ma anche e soprattutto VIVERE. Per questo motivo è nostra intenzione ricercare ogni possibile fonte di finanziamento sia pubblica che privata per portarlo a compimento.

Si tratta di un programma che si snoda attraverso alcuni principi cardine: per la sicurezza dei cittadini, intendiamo riportare a Carbonera gli uffici della Polizia Locale e aumentare il sistema di videosorveglianza; per la comunità, intendiamo recuperare il patrimonio di Villa Maria a Pezzan e dare una sede definitiva alle Associazioni, magari nell’attuale municipio, spostando gli uffici comunali nell’ex scuola elementare; per la cura dell’ambiente, vogliamo modernizzare il sistema di illuminazione pubblica, implementare i percorsi naturalistici e aumentare gli ecoincentivi per i cittadini virtuosi; per le frazioni, vogliamo risolvere i nodi del traffico, promuovere la mobilità lenta con le piste ciclopedonali, efficientare le manutenzioni. Ma c’è molto di più: presenteremo il nostro progetto frazione per frazione, sempre partendo dal dialogo con i nostri concittadini e ascoltando i loro bisogni e le loro proposte». Già reso noto, infatti, il calendario degli incontri frazionali: il 7 maggio a Pezzan, il 10 a Mignagola, il 13 a San Giacomo di Musestrelle, il 16 a Vascon ed il 22 nel capoluogo.

LA LISTA DEI CANDIDATI CONSIGLIERI:

Federica Bassetto (1983), di Mignagola, è laureata in Giurisprudenza e ha uno studio di consulenza per stranieri e viaggiatori.
Cinzia Bigiarini (1966), di Mignagola, opera nel settore sanitario presso il Ministero della Difesa.
Antonio Bisetto (1962), di Pezzan, assistente tecnico presso il Ministero della Difesa.
Leonardo Botteghi (1957), di Biban, generale della Guardia di Finanza, revisore dei conti e volontario della Protezione Civile
Sergio Bulian (1971), di Carbonera, perito chimico e membro del Consiglio dei genitori del Riccati e del Consiglio dell’AVIS di Carbonera
Enrico Campani (1973), di Vascon, fondatore e titolare di una web agency.
Giovanni De Biasi (1944), di Biban, carrozziere e già consigliere comunale per la lista civica Insieme per Carbonera.
Terenzio Del Grosso (1958), di Biban, docente di Lettere con specializzazione in arte contemporanea e informatica per umanisti; formatore sull'uso delle tecnologie in ambito aziendale e didattico.
Salvatore Liotta (1963), di Mignagola, ex Sottufficiale dell’Esercito Italiano, ora in pensione.
Maddalena Marcuzzo (1991), di Biban, operatrice socio-sanitaria, volontaria presso varie associazioni attive nel territorio.
Mirka Martin (1999), di Carbonera, studentessa presso l'Università di Scienze Statistiche per l'economia e l'impresa a Padova.
Silvia Martin (1970), di Vascon, economa, perito turistico ed interprete.
Andrea Pagotto (1985), di Pezzan, operaio specializzato ed ex ciclista professionista.
Silvia Salvuzzi (1979), di Biban, è perita agraria e responsabile della Bottega Alternativa di Vascon.
Carlotta Tiveron (1984), cresciuta a Biban ma ora residente a Vascon, è laureata in Conservazione dei Beni Culturali.
Marco Zanette (1959), cresciuto a Carbonera e ora residente a Villorba, pediatra.

Potrebbe interessarti

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

  • Lega, è partita la corsa alla poltrona di Zaia

  • Vesuvio a rischio eruzione: il Veneto potrebbe ospitare i napoletani sfollati

I più letti della settimana

  • Astronave aliena atterra a Ca' Tron: il video fa il giro del web

  • Tragedia sul Piave, si tuffa in acqua e viene trascinato via dalla corrente

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Travolto da un'auto mentre cammina a bordo strada, muore un 67enne

  • Si schianta con la bici contro un'auto sul Montello, 41enne in coma

  • Semina il panico in città, poi punge con una siringa un carabiniere

Torna su
TrevisoToday è in caricamento