Nuovo vigneto nel bosco Unesco, la deputata Cunial: "Si stia dalla parte dei bimbi"

"Dovrebbe bastare il buon senso, l’attenzione e la tutela della salute delle persone a evitare certi scempi, sanitari e ambientali. Purtroppo non è così"

Foto Fb di Fabio Magro

“Violazione delle prescrizioni della Soprintendenza di Venezia, sospensione del Comune e verifica da parte dell’Ulss 2. Il nuovo vigneto in località Ligonto è l’ennesimo esempio di supremazia del guadagno privato sull’interesse pubblico, in barba alla legge e al buon senso”. Ad affermarlo sono Sara Cunial e Silvia Benedetti, deputate del Gruppo Misto.  

“Dovrebbe bastare il buon senso, l’attenzione e la tutela della salute delle persone a evitare certi scempi, sanitari e ambientali. Purtroppo non è così. Perciò accade che in un terreno in cui i lavori dovrebbero essere fermi nelle scorse giornate si sono visti addirittura gli atomizzatori in azione sulle viti – continuano le parlamentari – Per questo ci uniamo alle richieste del gruppo Vallata 'Per i nostri bambini' che da subito ha reclamato a chi di competenza di vigilare e sanzionare eventuali abusi – spiegano le deputate – Ci auguriamo infine che lì dove non arriva l’intelligenza umana arrivi lo Stato con il sequestro dell’area da parte del comune e con una seria legislazione in difesa della salute pubblica e del territorio – aggiungono – Non è possibile continuare a concepire che liberi cittadini siano costantemente vittime di un’economia e un’agricoltura malate che devastano l’ambiente con pesticidi, avvelenano le acque, inficiano i suoli e compromettono il presente e il futuro delle nuove generazioni. È tempo – concludono – che si attui un nuovo modello agricolo, ma anche economico e sociale, in cui al centro non vi sia il denaro ma la vita”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Diabete e retinopatia, il prof. Bandello: "Siamo all'avanguardia, ma ancora pochi screening"

  • Attacco cardiaco porta via alla vita Maria Fernanda, giovane mamma 31enne

  • Chiudono "Rosa e Baffo" e pub "Rosa": piazza di Bonisiolo deserta

  • Tensione in tribunale, avvocato perde la testa e aggredisce il giudice

  • Lanciamissili abbandonato in un fossato, giallo a Ponzano Veneto

Torna su
TrevisoToday è in caricamento