Presentati al Salone dei 300 i campionati del Mondo di Karate Shotokan Wska

Dal 22 al 24 settembre il Palaverde di Villorba ospiterà ben 30 nazioni, 1000 atleti e 200 rappresentanti nazionali della massima competizione mondiale

TREVISO Tutto pronto per i campionati mondiali di Karate Shotokan Wska che si terranno, dal 22 al 24 settembre, all Palaverde di Villorba “Voglio confessarvi che sono veramente felice perché non avrei potuto immaginare di ripetere un’esperienza importante, - afferma l'assessore allo Sport Ofelio Michelan - come quella del Campionato Mondiale di Karate, ancora nella mia città, a Treviso. Era il 1994, altra epoca, e organizzammo uno dei Campionati del Mondo di karate più riusciti e partecipati. Riprovarci dopo quasi 25 anni consente di tirare qualche conclusione, anche per la propria esperienza di vita e di sportivo”. Con queste parole Ofelio Michielan, oggi Assessore allo Sport del Comune di Treviso, maestro 7 dan di karate, sintetizza un percorso che ha visto Treviso e il karate camminare vicini per un quarto di secolo. Il Campionato del Mondo di karate sarà, ma lo è già con la presentazione di oggi, uno degli eventi trevigiani di spicco, in questo fortunato e ricco 2017 per la città.

“Un anno da incorniciare, un anno di speranze e di realizzazioni che abbiamo programmato con la nostra Amministrazione, per offrire a Treviso il ruolo che spetta ad una comunità viva e ospitale come la nostra: pensare alla ricchezza di relazioni e al significato in sé, rappresentato dalla presenza di ospiti provenienti da tutto il mondo, mi rende veramente orgoglioso” afferma il Sindaco Manildo con tutto l’entusiasmo di chi ha voluto fin da subito aderire alla richiesta della WSKA, l’organizzazione mondiale del karate. È parso chiaro dagli interventi, come ci si trovi di fronte ad uno sport molto particolare: la pratica del karate, è stato detto, è una disciplina di vita, una relazione così stretta tra il corpo e la mente che si traduce in una formazione costante della personalità.

Un insegnamento che, nato in oriente 1000 anni fa, si è diffuso in tutto il mondo fino a poter contare oggi su 80 milioni di praticanti. Basato sulla forza e velocità e nella perfezione dei movimenti, il karate ottiene un grande e poco conosciuto risultato: chiunque lo pratichi sviluppa un equilibrio interiore che si traduce nel rispetto verso l’altro. È un’arte marziale che genera convivenza.  Questi aspetti, poco noti ai più, nel corso del Mondiale di Treviso verranno affrontati da parte della Società Filosofica Trevigiana, che li svilupperà con tre appuntamenti portando al tavolo i maggiori esperti italiani di filosofia orientale.  Il Campionato del Mondo di Karate sarà anche Carbon free. Tutte le attività che lo comprendono verranno realizzate applicando alla manifestazione le regole dello sviluppo sostenibile.  L’arrivederci a settembre verrà accompagnato dal “Karate Store”, un ufficio di informazioni che da giugno sarà aperto proprio sotto il Palazzo dei 300.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Incubo finito, Letizia rintracciata a Piacenza

  • Uccisa a Capo Verde: sui social una raccolta fondi per aiutare i figli

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Lego in mostra a Treviso: migliaia di mattoncini per una città ecosostenibile

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

Torna su
TrevisoToday è in caricamento