L'olimpionico Galtarossa con i duemila della Prosecco Cycling

L'olimpionico di canottaggio sarà al via dell'evento che domenica, per la prima volta, proporrà un percorso unico di 97,2 chilometri

Rossano Galtarossa alla Prosecco Cycling.

VALDOBBIADENE — La sua sagoma imponente svetterà tra i duemila della Prosecco Cycling. Domenica, sulla linea di partenza, in piazza Marconi a Valdobbiadene, ci sarà anche il padovano Rossano Galtarossa, fuoriclasse del canottaggio azzurro.  Per Galtarossa – quattro medaglie olimpiche, dieci iridate, 15 volte campione italiano, vent'anni in maglia azzurra – sarà la sesta partecipazione alla Prosecco Cycling. Ma, al tempo stesso, come per gli altri partecipanti, si tratterà quasi di un esordio, visto che quest'anno, per la prima volta, l'evento di Valdobbiadene proporrà un percorso di 97,2 km (con 1.350 metri di dislivello) in gran parte inedito. "L'atmosfera alla Prosecco Cycling è sempre speciale – spiega Galtarossa - e quest'anno lo sarà ancora di più, visto che l'evento ricorderà la tragedia del Molinetto della Croda. Sono convinto che la novità del percorso unico sarà apprezzata da tutti. Sarà uno spettacolo soprattutto quando arriveremo sul Muro di Ca' del Poggio: per di là è transitato il Giro d'Italia, ma loro non erano in duemila come noi. E poi mi incuriosisce il ristoro a Prosecco e scampi che troveremo al termine della salita".

IL PERCORSO Il nuovo percorso unico, diversamente che in passato, porterà tutti i partecipanti alla Prosecco Cycling a salire lungo la sinuosa striscia d'asfalto che si sviluppa per 1.150 metri, con pendenza media del 12%, tra i vigneti di San Pietro di Feletto.  Tra queste colline, quand'era Patriarca di Venezia, era spesso ospite per periodi di meditazione e preghiera il futuro Papa Giovanni XXIII, proclamato santo la scorsa primavera. I partecipanti alla Prosecco Cycling indosseranno una spilla in suo onore. Sulle biciclette verrà inoltre apposto un nastro verde per ricordare la tragedia del Molinetto della Croda. E, a proposito del Molinetto della Croda, le medaglie con cui saranno premiati i migliori classificati alla Prosecco Cycling sono state realizzate da Marco Varisco, che non ha dimenticato la tragedia del 2 agosto.

IN RICORDO DELLE VITTIME DI REFRONTOLO "L'inchino con cui si riceverà la medaglia è anche un omaggio alle vittime del Molinetto – spiega il noto artista trevigiano del cristallo, a sua volta grande appssionato di ciclismo e atteso al via dell'evento di Valdobbiadene -. Le medaglie della Prosecco Cycling, riprendendo il logo dell'evento, avranno la forma di un cerchio. Ma un cerchio interrotto, perché qualcosa a Refrontolo, in quella tragica notte, si è interrotto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da tre giorni: Giorgia ritrovata a Napoli nella notte

  • Da oltre 24 ore non si hanno più notizie di Giorgia: mobilitati i social per ritrovarla

  • Tumore incurabile, il sorriso di Roberta si spegne a soli 54 anni

  • Tragico schianto fuori strada, muore automobilista

  • Abusi sessuali in seminario: «Io, violentato da due preti che ancora esercitano in Veneto»

  • Pancia gonfia? Ecco alcuni alimenti che la causano e opzioni sostitutive

Torna su
TrevisoToday è in caricamento