La karateka trevigiana Martina Gai vince un prezioso argento all'Open d'Italia

L'atleta della Polisportiva Mogliano Veneto domenica prossima è attesa alle finali nazionali di kumite. Per il team buon argento anche per l'U21 Catia Boer

MOGLIANO VENETO La karateka trevigiana Martina Gai della Polisportiva Mogliano Veneto conferma l'ottimo stato di forma centrando l'argento all'Open d'Italia, prestigioso torneo di karate disputato alla Play Hall di Riccione (RN). La riviera romagnola e la sua primavera avanzata galvanizzano la campionessa di Marcon che nella categoria fino a 55 kg entusiasma il pubblico vincendo in scioltezza i tre turni preliminari, grazie ad un karate d'attacco capace di andare a punto in maniera fantasiosa ed improvvisa, usando sia le braccia che le gambe in una combinazione di tecniche vincenti e mai scontate, spettacolare il calcio circolare doppiato al volto usato in semifinale. In finale si è dovuta arrendere alla bresciana Lanzone che l'ha sorpresa a quattro secondi dalla fine con un calcio mawashi.

"Sono soddisfatta perché sono stata bene tutta la gara e sono riuscita stare lucida fino alla fine, adesso mi concentrerò sugli italiani" Prossimo appuntamento domenica per le finali nazionali di kumite, Martina ci arriva consapevole della sua forza e delle sue potenzialità e sarà un'atleta da tenere in considerazione per il podio, grande favorita la campionessa dell'Esercito anche lei trevigiana Sara Cardin. Da segnalare sempre per il karate Mogliano un'altro bell'argento, quello vinto Catia Boer tra le under 21 al termine di una bella gara tosta e combattuta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Torna la neve a bassa quota: stato di attenzione nella Marca

Torna su
TrevisoToday è in caricamento