Mogliano conquista i playoff in Eccellenza: vittoria netta sul Piacenza per 56 - 12

Nella post-season il Marchiol affronterà i primi in classifica del Rovigo. Sabato comunque di emozione al Quaggia anche per l'addio, in casa, di Alessandro Onori al rugby giocato

Andrea Ceccato in percussione, sua l'ultima trasformazione con un drop, non così frequente per un pilone.

MOGLIANO VENETO Obiettivo playoff raggiunto per il quinto anno consecutivo per un Marchiol Mogliano determinato fin dal fischio di inizio a non concedere niente agli ospiti piacentini. Nonostante la partenza fulminea con due mete ed un calcio, i biancoblu non riescono a chiudere immediatamente l'incontro. Un caparbio Piacenza riesce a creare qualche difficoltà ai padroni di casa e a chiudere la prima frazione con la partita ancora aperta. Nel secondo tempo però Mogliano un po' alla volta riesce a dilagare nel punteggio e a chiudere il conto partita e qualificazione, conquistando il punto di bonus grazie alla quarta meta siglata da Halvorsen. Poi ancora una meta subita forse troppo facilmente, che in maniera inusuale Piacenza rinuncia a trasformare per guadagnare tempo. Dopo di che ancora tanto gioco e altre quattro mete che aggiungono spettacolo ad una partita filata via senza grossi problemi di disciplina da entrambe le parti. La vittoria del Petrarca a Viadana assicura il terzo posto ai padovani, e quindi spetterà a Mogliano affrontare nella semifinale scudetto la prima classificata, che dopo il sorpasso odierno sul Calvisano in questo momento è Rovigo.

Le prime dichiarazioni di coach Galon: “Qualche problemino nel primo tempo, ci è mancato un po' il ritmo, poi la svolta nel secondo tempo con vittoria e bonus. Piacenza ha fatto giustamente il suo, ha dei giocatori di qualità, dovevano fare un punto per salvarsi e ci hanno provato anche se non ci sono riusciti. Adesso affrontiamo il derby con il Petrarca, forse il momento migliore per avere un buon test prima delle semifinali. Noi andremo a Padova per vincere e faremo di tutto per portare a casa il risultato.” Alessandro Onori: “Tanta, tanta emozione. Mogliano è stata una famiglia per 5 anni e lo sarà anche dopo. Ringrazio tutti senza esclusioni. Sono contento della scelta che ho fatto di venire qui tempo fa, non ho sbagliato. E' stata una scelta di vita e lo rifarei. Ora comunque ci mettiamo ancora a testa bassa per le ultime partite, perchè non vogliamo finisca qui. L'inizio di Campionato non è stato facile, ma poi abbiamo reagito nella maniera giusta e adesso siamo ancora li a lottare nuovamente per lo scudetto.” Prossimo appuntamento quindi a Padova per l'ultima giornata di Campionato. Partita che non deve dire nulla in termini di classifica e posizioni di partenza per le semifinali playoff, ma sempre un derby di prestigio da onorare al massimo.

Sabato è stato anche il momento opportuno per ringraziare un atleta che chiuderà con il rugby giocato al termine della stagione. Quella di sabato, per Alessandro Onori, è stata l’ultima partita di regular season giocata al "Quaggia" nel Campionato di Eccellenza. Al termine della stagione Alessandro ha deciso di appendere le scarpe al classico chiodo e Mogliano Rugby ha deciso di approfittare dell'occasione per omaggiare e ringraziare il giocatore al termine della sua quinta stagione in biancoblu e per tutta la sua lunga carriera ad alto livello. Onori ha giocato nel massimo Campionato Italiano di Rugby, per club come la Leonessa Brescia, il Petrarca Padova, il Gran Ducato Parma ed infine il Mogliano Rugby, con il quale nella stagione 2012/13 ha conquistato lo scudetto. Tra Campionato e Challenge Cup ha collezionato 171 presenze partendo per 150 volte da titolare e con uno score personale di 302 punti tra mete e calci piazzati. Con la maglia del Mogliano quella di sabato è stata l'ottantasettesima partita disputata in un incontro ufficiale. Alla sua uscita dal campo la giusta e meritata standing ovation del pubblico presente in tribuna. Per ultimo non dimenticate di scaricare l'app ufficiale della Federazione Rugby e di votare David Odiete come MVP 2016 del Campionato di Eccellenza.

MARCHIOL MOGLIANO RUGBY Vs LYONS PIACENZA 56 - 12 (15-7)

Marcatori: pt.: 8' mt. Endrizzi tr. Odiete (7-0); 18' cp. Odiete (10-0); 25' mt. Renata (15-0); 35' mt. Thrower tr. Thrower (15-7). st.: 42' cp. Odiete (18-7); 46' mt. Makelara tr. Odiete (25-7); 52' mt Halvorsen (30-7); 66' mt. Bruno L. (30-12); 70' mt. Maso tr. Odiete (37-12); 73' mt Odiete tr. Odiete (44-12); 76' mt. Zanon (49-12); 80' mt Cicchinelli tr. Ceccato A. (56-12)

MOGLIANO RUGBY: Odiete, Onori (62' Sperandio), Benvenuti (38' Sperandio per sangue; 41' Benvenuti), Pavan (12' Zanon M.), Guarducci, Renata (73' Masato), Semenzato, Halvorsen (52' Cicchinelli), Filippucci (62' Van Vuren), Riccioli, Bocchi, Maso (70' Buonfiglio), Rapone (41' Ceccato N.), Makelara (52' Gatto, 75' Rapone), Buonfiglio (48' Ceccato A.). A disp.: Gatto, Ceccato A., Ceccato N., Van Vuren, Cicchinelli, Masato, Zanon, Sperandio. All.: Galon, Properzi

LYONS PIACENZA: Thrower, Bassi (63' Bruno), Forte, Hill, Subacchi, Zucconi, Via (58' Pasini), Ward (27' Ferrari), Fornari (58' Bance), Cornelli, Chiappini, Ortis (63' Baracchi), Fraser (70' Salerno) , Daniele (59' Cocchiaro), Lombardi (63' Pallaro). A disp.: Cocchiaro, Pallaro, Salerno, Baracchi, Ferrari, Bance, Pasini, Bruno. All.: Bertoncini

arb.: Rizzo (FE), g.d.l.: Sgardiolo (RO), Cusano (VI), quarto uomo: Crivellin (UD)

Man of the match: Alessandro Onori (Mogliano);

Calciatori: Odiete (Mogliano) (5/9); Thrower (Lyons Piacenza) (1/1); Ceccato A. (Mogliano) (1/1)

Note: Spettatori circa 700, campo in perfette condizioni, giornata soleggiata e temperatura mite. Omaggio finale per le sue prestazioni con Mogliano e per la sua lunga carriera, per opera del Presidente Lucio Marin e della dirigenza, ad Alessandro Onori che al termine della stagione si ritirerà dal rugby giocato. Come Man of the match è stato premiato dallo sponsor Iniziative Group.

Punti conquistati: MARCHIOL MOGLIANO RUGBY 5, LYONS PIACENZA 0

bdc-2

Potrebbe interessarti

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

  • Pioggia, vento e grandine: la Marca ancora nella morsa del maltempo

  • Lutto tra le colline del prosecco, addio a Fabio Ceschin

  • Sorgenti del Piave, la commissione di esperti conferma: «Sono in Veneto»

I più letti della settimana

  • Preso a bastonate e soffocato con un cuscino: arrestate per omicidio

  • Si schianta contro un'auto con la Vespa, muore 45enne

  • Malore fatale nella notte, muore una 45enne

  • Malore fatale mentre fa jogging, stroncato da un infarto a 71 anni

  • Ferma la corriera e abbandona 55 bimbi in autogrill: «Vado a Jesolo»

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento