Una piattaforma per andare in kayak sulle acque del Monticano

E' il progetto che l'associazione di canoa "La kayakkata" spera possa presto diventare realtà per poter navigare nelle acque che attraversano il centro di Oderzo

La prima associazione di canoa a Oderzo, La Kayakkata, nata a febbraio del 2018, ha fatto il suo ingresso trionfale nella propria cittadina alla Festa dello Sport 2019 andata in scena lo scorso sabato 14 settembre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’associazione, con sede operativa a Portobuffolè ed affiliata alla Libertas di Pordenone, ha permesso così a tante persone di ogni età di avvicinarsi a questo sport. Molti hanno anche prenotato un'uscita prova da fare sul fiume Monticano, sulla Livenza ma anche in laguna a Caorle, tanto per iniziare. Il presidente Giuliano Crosato, opitergino dal 2007, ha quindi iniziato questa avventura in una disciplina in forte espansione. L’approccio inusuale verso la canoa, che predilige la scoperta dell’ambiente e il piacere di stare in compagnia, sta attirando numerosi curiosi e amatori. Questo perché la filosofia fondante dell’associazione intende portare “in acqua” anche le persone senza particolari doti sportive. Persino chi non sa nuotare può osservare il mondo da un punto di vista originale, quello dell’acqua. Il successo quindi della festa dello sport è stato assicurato. Grazie anche al comune di Oderzo che ha allestito una piattaforma per entrare in acqua in tutta sicurezza, lasciando a La Kayakkata la speranza che l’istallazione possa diventare operativa, funzionale e stabile anche nella città opitergina. Un sogno che potrebbe presto diventare realtà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Scooter fuori strada contro un lampione: morta una 14enne

  • Si schianta con la moto contro un'auto: grave un centauro

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Salvato dall'annegamento, 20enne muore dopo una settimana di agonia

  • Tragedia di Farra, Vittoria ha donato gli organi: fissata la data dei funerali

Torna su
TrevisoToday è in caricamento