Raduno precampionato per gli arbitri della Sezione di Treviso

Importante giornata di incontro sabato 8 settembre per gli arbitri della sezione di Treviso che all'hotel Maggior Consiglio hanno dato il via alla loro stagione sportiva

TREVISO L’intera forza arbitrale della sezione di Treviso è stata convocata sabato 8 settembre per il raduno precampionato, imprescindibile crocevia per farsi trovare pronti per una stagione che si annuncia quanto mai ricca di impegni.

Dopo i test atletici svoltisi giovedì 6 settembre a Ponzano, la location prescelta per l'incontro di inizio stagione è stata l’Hotel Maggior Consiglio, prestigioso albergo alle porte di Treviso, nelle cui eleganti sale riunioni hanno trovato posto gli arbitri convocati. Ad aprire le danze ha provveduto il presidente Zuanetti, con un riepilogo dei numeri della sezione nella scorsa stagione e l’auspicio di un’ulteriore crescita in quella che sta per iniziare. L'intervento del decano sezionale Athos Favaro ha voluto salutare la sezione, in particolare i giovani, dedicando loro il pensiero "Ricordatevi sempre che dalla sezione riceverete molto più di ciò che avrete dato". Un sentito applauso ha incorniciato l'emozionato ed emozionante saluto.

Subito dopo ha preso la parola Danilo Campaner, componente regionale, che in modo chiaro e conciso ha evidenziato ciò che il Comitato regionale si aspetta dalla sezione e, in particolare, dagli arbitri che aspirano in futuro a rinfoltire i ranghi dell’Organo Tecnico Regionale. In seguito sono state esposte le novità regolamentari, che hanno visto come relatore Luca Mondin, assistente in serie A: dopo la sua brillante esposizione, gli arbitri sono stati chiamati allo svolgimento dei quiz tecnici, le cui risultanze hanno messo in luce l’impegno nello studio del regolamento dei nostri associati. A seguire il gruppo si è diviso in arbitri e osservatori, questi ultimi hanno partecipato ad una riunione dedicata coordinata dall'Organo tecnico Antonio Andreatta con il supporto dell'osservatore CAN Pro Stefano Veronese.

Tre associati, Francesco Clarizia, Mattia Bassetto ed Emanuele Bortoletto, coordinati dal collega Mondin, hanno esposto le tre importanti fasi di una partita: pre - durante - post gara, con il collega CAN A a sottolineare alcune fasi cruciali per la performance e l'atteggiamento. Gli arbitri sono stati sensibilizzati sul tema della refertazione, grazie anche al gruppo dedicato che è guidato da Stefano Zoia. Sono stati forniti ai colleghi molti preziosi spunti su come adempiere al meglio questo dovere, di importanza capitale per l’ottimale svolgimento dell’attività arbitrale. Dopo il pranzo ed il meritato relax, tutti sono rientrati in aula per un pomeriggio di riunione decisamente denso di contenuti. Sono stati in primo luogo chiamati i colleghi Marco Menozzi, Simone Di Filippo e Alessandro Campagnaro, i quali, quest’anno, hanno per la prima volta partecipato ad un raduno di livello nazionale nella sede di Sportilia; essi hanno riferito le loro impressioni e hanno fatto trasparire l’entusiasmo per aver avuto una simile opportunità, auspicando che, fra qualche anno, anche gli associati più giovani possano provare le loro stesse sensazioni.

Tra gli interventi del pomeriggio, particolarmente apprezzato è stato quello di stampo motivazionale svolto da Federico Modesto con la partecipazione del CAN D Alessio Schiavon, ricco di spunti e di preziosi consigli sul da farsi nei momenti di difficoltà e di sconforto che talora possono colpire un arbitro, quando si rende conto di non sfruttare tutto il suo potenziale o di non riuscire a cogliere i frutti del proprio impegno. Importante l'intervento dell'Assistente CAN Pro Marco Ceolin, che si è focalizzato in particolare su situazioni di fuorigioco che possano aiutare i colleghi sezionali nella corretta percezione e valutazione. Si è dato spazio anche al mondo del calcio a 5, con l’avvio ormai consueto del Progetto Futsal, con il quale vengono preparati a livello sezionale i futuri specialisti di questa disciplina. Il collega e responsabile della preparazione atletica Gaudenzio Raffaelli ha esposto le metodologie e l'importanza dell'allenamento al polo atletico, vero fulcro della vita tecnica, oltre alla Sezione, e momento di formazione personale e tecnica. Il raduno si è concluso con la prima riunione tecnica della stagione, che si è focalizzata sulle disposizioni tecniche, sul corretto spostamento sul terreno di gioco, con i consueti avvisi e le novità di segreteria di Andrea Bianchin e operative di Alessandro Balestrieri, subito prima che il presidente Zuanetti ordinasse il “rompete le righe” con i saluti finali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Chiudono "Rosa e Baffo" e pub "Rosa": piazza di Bonisiolo deserta

  • Attacco cardiaco porta via alla vita Maria Fernanda, giovane mamma 31enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento