Apoteosi De' Longhi al PalaFacchetti: Treviglio sconfitta e finale raggiunta

I ragazzi di coach Menetti giocano una partita perfetta e sbancano Treviglio 57-78, guadagnando l'accesso alla finale valida per la promozione in Serie A. Sarà Capo d'Orlando l'avversario

TREVISO Una De' Longhi straordinaria sbanca il PalaFacchetti 57-78 e conquista l'accesso alla finale playoffs. È una delle serate più belle della storia recente di Treviso Basket, che dopo tanti anni a vuoto ha conquistato con merito la possibilità concreta di tornare dove le spetta: in Serie A. Un risultato cercato con forza fin dall'inizio della stagione e ottenuto questa sera con una prestazione collettiva che rasenta la perfezione. Treviso ha impedito alla Remer Treviglio di fare il suo gioco, tirando al tempo stesso con percentuali altissime. Infatti, a metà terzo quarto, TVB stava tirando con un 9/16 dall'arco e un complessivo 64% dal campo. Staordinario è stato l'approccio difensivo dei ragazzi di Menetti, che hanno dimostrato di avere un'impeccabile lettura dell'azione, arrivando quasi sempre in anticipo sulle diagonali di passaggio orchestrate da Treviglio. Tra la Serie A e la De' Longhi rimane solamente un ultimo ostacolo, che si chiama Capo d'Orlando. I siciliani hanno giocato dei playoffs fin qui perfetti; si preannucia una finale emozionante, tutta da vivere. Si comincia con gara 1, in programma al Palaverde martedì 11 giugno.

CRONACA Logan ritorna a disposizione ma parte dalla panchina, Menetti ripropone così il medesimo quintetto di gara 3: Imbrò, Burnett, Alviti, Severini e Tessitori. La De’ Longhi inizia a mille: mini break di 5-0 firmato Burnett-Alviti. Treviglio si sblocca dalla lunetta con il 3/3 di Nikolic propiziato dal fallo di Tessitori, i padroni di casa completano poi il contro break con l’entrata a canestro di Caroti. Borra appoggia due punti al tabellone, Nikolic va ancora in lunetta e aumenta il parziale di Treviglio (9-0). È una partita bellissima, che rispecchia alla perfezione il clima di tensione dato dalla posta in palio. Imbrò entra in partita e completa un gioco da tre punti molto complesso, il capitano della De’ Longhi si ripete segnando dalla media e consente a Treviso di contenere il dinamismo della Remer (11-10 Treviglio; 5:18). Uglietti segna due canestri consecutivi e riporta avanti Treviso, che finalmente può contare su David Logan. Pecchia segna e subisce il fallo di Uglietti, Severini va a bersaglio dall’arco realizzando il primo canestro della sua partita. Logan ruba palla in difesa, Uglietti vola in contropiede e firma il +5 che costringe Vertemati al time-out.  Treviglio piazza il mini break di 5-0 e trova la parità, ma ci pensa uno scatenato Uglietti a consentire a Treviso di chiudere il primo quarto in vantaggio 22-28.

Uglietti va in doppia cifra e regala il massimo vantaggio (+8) a Treviso. Imbrò ruba palla a Reati, Alviti ne approfitta per aumentare ulteriormente il distacco. Treviglio è in confusione e perde ancora palla, Treviso vola a +12 e sembra inarrestabile. Pecchia fa 2/2 dalla lunetta, l’inerzia rimane comunque saldamente nelle mani di Treviso, che non sta facendo ragionare l’attacco della Remer. Palumbo segna il primo canestro dal campo di Treviglio dopo 6 minuti, Reati penetra e realizza un gioco da tre punti: ora è Treviso ad essere in difficoltà (29-34 Treviso; 3:59).  Roberts ruba palla ad Uglietti, Menetti chiama time-out. Reati sbaglia da tre, dall’altro lato Logan segna dalla lunga distanza e rimette Treviso sulla pista giusta. Tessitori ruba palla a Borra e segna da tre: Treviso ritorna in doppia cifra di vantaggio. Pecchia si invola in contropiede e realizza due punti che fanno respirare i padroni di casa. Uglietti e Tessitori sbagliano un canestro già fatto, ne approfitta Caroti per segnare una tripla che porta Treviglio a -6. Tessitori fa 2/2 dalla lunetta, sono gli ultimi punti del secondo quarto: si va all’intervallo sul 34-42 in favore di Treviso. 

Burnett vede il taglio di Tessitori a canestro e lo serve, Tessitori segna e va in lunetta con il libero supplementare (0/1). La difesa della De’ Longhi continua ad essere perfetta, l’ottima marcatura su Borra sotto canestro frutta un’altra palla recuperata. Nikolic sbaglia la tripla, la Remer deve ancora segnare un canestro dal campo e sprofonda a -13 dopo la bomba di Imbrò. Alviti ruba palla e si invola in contropiede per firmare il +5. Coach Vertemati è costretto al time-out, la sua Treviglio è sulle ginocchia e sta subendo un parziale di 7-0 dagli ospiti. Treviso vola a +20 sulle ali dei canestri di Chillo e Logan, diventa di 12-0 il break che la De’ Longhi sta infliggendo alla Remer (37-57 Treviso; 2:56). Reati segna da tre, Logan semina il panico tra la difesa della Remer e segna l’ultimo canestro del terzo quarto. La De’ Longhi conduce 42-59 grazie ad un parziale complessivo di 17-8, la finale è sempre più vicina. 

La De’ Longhi amministra il vantaggio di 17 lunghezze, giocando con il cronometro. Le squadre si scambiano un canestro per parte, per Treviso segna Alviti mentre Treviglio trova punti con D’Almeida dalla lunetta. Il tempo stringe, Treviglio tenta il tutto per tutto e si spinge fino al -11 grazie alle triple di Reati e Nikolic. Prima di commettere il quinto fallo, Severini segna due punti preziosi per la De’ Longhi. Caroti segna da tre, Burnett replica l’azione seguente mettendo le cose in chiaro: stasera non ce n’è per nessuno. Logan va a segno dalla lunga distanza, l’americano corre in difesa e ruba palla propiziando il canestro dalla media di Chillo. Alla reazione di Treviglio, Treviso ha risposto con un parziale di 8-0 che vale il game, set e match. Treviso vince 57-78  e conquista la prima finale playoffs della sua storia recente. 

(Ph.Credit: Treviso Basket)

MARCATORI

De' Longhi Treviso Basket: Burnett 12, Uglietti 11, Logan 11, Tessitori 11

Remer Treviglio: Pecchia 16, Caroti 12, Nikolic 10, Palumbo 7

 PAGELLE

De' Longhi Treviso

David Logan 7 Ritorna dopo l'assenza nelle prime tre partite e dimostra subito la personalità che lo contraddistingue. È lui a mettere la parola fine sulla partita, con una tripla e una palla rubata in difesa. 

Lorenzo Uglietti 8 È difficile trovare il migliore in campo in questa partita, ma a nostro giudizio è lui l'MVP della gara. Nei primi due quarti è stato inarrestabile sotto ogni punto di vista. Con il passare dei minuti, ha amministrato il gioco mettendo in ritmo i compagni. Leader silenzioso.

Davide Alviti 7 È lui a firmare il break decisivo ad inizio terzo quarto, quando segna due canestri consecutivi frutto di due palle recuperate.

Luca Severini 6.5 Ottimo in difesa, cresce alla distanza e si prende dei buoni tiri. 

Matteo Imbrò 6.5 Fatica al tiro, confermando un trend già visto nelle prime tre partite della serie. In difesa è perfetto e dalle sue letture nascono dei punti preziosissimi per la De' Longhi. 

Amedeo Tessitori 7 Era stato il migliore nella disfatta di gara 3, anche questa sera offre un buon contributo con 11 punti e 5 rimbalzi. Tiene benissimo su Borra.

Dominez Burnett 7.5 Tira male da due, ma da tre è pressoché perfetto con un 3/4. Quando penetra in area o segna o vede un passaggio che si rivela decisivo. La difesa di Treviglio non ci capisce nulla.

Matteo Chillo 7 Implacabile sotto le plance con 8 rimbalzi. Quando riceve palla in area nel pitturato è una sentenza. Chiude una serie giocata su ottimi livelli.

Mvp di TrevisoToday: Lorenzo Uglietti 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autotrasporti: in arrivo i rimborsi per i costi delle patenti professionali

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: tre giorni di feste e divertimento

  • Schianto contro un'auto, grave motociclista 46enne

  • Camper sbanda e distrugge una balaustra del ponte di Vidor: gravi disagi al traffico

  • Come pulire la lavatrice: consigli per farla tornare come nuova

  • Furti da Coin ed H&M, due denunciati dalla polizia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento