Tezenis Verona da urlo, il derby contro il Treviso Basket è gialloblù

Ottima prova corale per i gialloblù: cinque uomini in doppia cifra (Ferguson, Amato, Candussi, Severini e Ikangi) e un apporto fondamentale di chiunque abbia calcato il parquet

Riprende la sua corsa la Tezenis e lo fa alla grandissima, portando a casa il derby contro la De’ Longhi Treviso, al termine di una partita intensissima e giocata a viso aperto da entrambe le squadre. Ottima prova corale per i gialloblù: cinque uomini in doppia cifra (Ferguson, Amato, Candussi, Severini e Ikangi) e un apporto fondamentale di chiunque abbia calcato il parquet dell’AGSM Forum (4125 spettatori). Verona rincorre dopo il primo quarto perso (15-17) con i successivi due che hanno spezzato l’andamento del match. Il 24-18 e il 23-19, portano Verona ad avare un ampio margine in apertura di ultimo quarto dove Treviso prova a ricucire. Gli ospiti arrivano fino al pareggio sul 70, ma lo scatto decisivo è dei ragazzi di coach Dalmonte che chiudono sul 75-70.

Amato, Severini, Dieng, Poletti e Candussi da una parte e Imbrò, Burnett, Alviti, Antonutti e Tessitori dall’altra sono gli starting five scelti da Dalmonte e Menetti. La Tezenis parte con il piede sulla’ acceleratore, costringendo TVB all’infrazione di 24″ e andando a segno con Candussi, che apre le marcature del derby. Impatta Alviti, prima di una serie di errori al tiro da parte di entrambe le squadre, a certificare la tensione da derby. La tripla di Tessitori lancia gli ospiti al primo vantaggio (2-5), Severini accorcia in lunetta, ma sono gli unici due punti dei gialloblù a fronte dei sette di Treviso, che prova il mini allungo (4-12, bomba di Lombardi). Dalmonte è costretto quindi al time-out: Severini realizza prendendo la linea di fondo, ma è ancora Lombardi a colpire dalla lunga distanza per ricacciare indietro i padroni di casa. Si iscrive alla partita anche Jazz Ferguson: tripla del -2 (13-15), seguito a ruota dai Severini, il quale in lunetta porta la contesa in perfetta parità (15-15). E’ Burnett l’ultimo a lasciare la propria firma sui primi 10′, realizzando in sospensione e chiudendo il primo quarto sul 15-17.

Sprint Tezenis in avvio di secondo periodo: 4-0 di parziale griffato Poletti-Quarisa (19-17) ed è questa volta Menetti a dover ricorrere al minuto di sospensione. Chillo e Antonutti tengono a contatto la De’ Longhi dopo le zampate di Ikangi e Quarisa, audaci su tutte le palle vaganti nel pitturato. Tripla di Imbrò, fino a quel momento ben contenuto dalla difesa scaligera e Treviso che torna avanti (23-26). E’ un attimo, però, che Verona si accenda: Amato e due conclusioni dalla lunga di uno scatenato Ikangi , oltre che il lay-up di Candussi costringono lo staff trevigiano al secondo time-out di serata. Ancora il pivot gialloblù, abile a liberarsi dalla marcatura di Tessitori: Verona mantiene il vantaggio, nonostante un paio di buone incursioni di Burnett (37-33). E’ il tap-in vincente di Alviti a chiudere i primi 20′ di gioco, mandando le squadre negli spogliatoi sul 39-35.

Il magic moment di Amato in apertura di terzo quarto fa volare Verona al massimo vantaggio (44-37), prima che una tripla di Imbrò fermi il parziale casalingo. Aggressiva in difesa e compatta in attacco, la Tezenis torna nuovamente al +7 con due liberi di Candussi, ma Treviso non ne vuol sapere di gettare la spugna e, con Imbrò, rimane aggrappata alla partita con le unghie, anche a fronte di un Amato in trance agonistica. Burnett accorcia a -3, ma un gioco da 4 punti di Severini (tripla e fallo di Lombardi) e una schiacciata di Poletti su assist di Ferguson sono la miccia che fa esplodere l’AGSM Forum. A dare ulteriore benzina all’entusiasmo gialloblù è il canestro di Quarisa sulla sirena del 30′: la palla si arrampica 2 volte sul ferro, prima di infilarsi all’interno della retina per il 62-54 con cui la Tezenis si appresta a giocare gli ultimi 10′ di gioco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La reazione della De’ Longhi non si fa attendere: sono due incursioni di Lombardi (terzo dei suoi ad andare in doppia cifra) a far tornare Treviso ad un solo possesso di svantaggio. Dalmonte vuole vederci chiaro e richiama i suoi in panchina: Uglietti fa – 1, ma Ferguson infila, da campione quale è, il nuovo +4 scaligero, ridando ossigeno vitale alla Tezenis, a secco fino a quel momento di continuità offensiva. Imbrò dalla lunga riporta avanti gli ospiti dopo una vita, ma è ancora una volta lo zampino del solito Ferguson a ricacciare indietro i biancoazzurri (70-69). Un libero di Burnett consegna la perfetta parità a quota 70, quando si entra negli ultimi due minuti di una partita bellissima e avvincente: ancora Ferguson per il + 2 Tezenis, ma dopo l’ errore di Uglietti, è proprio un’ infrazione di passi di Jazz a ridare il nuovo possesso del possibile sorpasso a TVB, quando si entra nell’ultimo giro di lancette. Sfondamento di Imbrò (fin li quasi ai limiti della perfezione) e, sul ribaltamento di fronte, è Candussi dall’arco dei 6.75 a mandare in orbita Verona: 75-50 a 30″ dal termine. Passi di Alviti e rinuncia del fallo per Menetti, questa volta è davvero finita: vince la Tezenis 75-70.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Malore fatale, il titolare della pizzeria "Da Max" muore a 52 anni

  • Partita la maxi campagna vaccinale per 15mila ragazzi trevigiani

  • Camion carico di pollame finisce sulla pista ciclopedonale

  • Tragico schianto contro un'auto, muore motociclista 61enne

  • Il direttore generale della Uls 2: «E' una tragedia, così riparte l'infezione e non sarà mai finita»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento