Settore giovanile del Permac: Cristian Bigaran entra nella squadra rossoblù

"Se una società vuole alzare ulteriormente l’asticella, come è nelle nostre intenzioni, la prima cosa da fare è investire sugli allenatori"

L’attenzione verso il settore giovanile è sempre stata ai massimi livelli in casa Permac e la tradizione continua anche per questa nuova stagione, che vedrà 3 formazioni della Cantera impegnate nei rispettivi campionati. Per tenere sempre viva la fucina di talenti rossoblù, quest’anno la dirigenza del settore giovanile è affidata ad un’accoppiata inedita, formata dal veterano Matteo Fattorel come Direttore Sportivo e la new entry Cristian Bigaran come Responsabile. Cristian, forte (tra le altre) dell’esperienza nello stesso ruolo con il Pordenone, ci regala una panoramica sul settore giovanile rossoblù, particolarmente frizzante in questa annata tutta da vivere.

Diamo un po’ i numeri del settore giovanile rossoblù, tra squadre e atlete?
"Quest’anno abbiamo iscritto 3 squadre ai rispettivi campionati: le Esordienti, con una rosa di 15 ragazze, le Allieve (Under 17 Nazionali) dove abbiamo 25 atlete e la Primavera con 20 tesserate. Con le giocatrici che abbiamo in prestito arriviamo a circa 70 ragazze – e non è ancora finita – un numero interessante direi! Il Permac Vittorio Veneto sta diventando sempre più intrigante per il movimento femminile del Nord-Est e bisogna dare merito al lavoro costante e di qualità di chi mi ha preceduto"

Assisteremo a una rivoluzione in tema di allenatori per il settore giovanile: cambiamenti stimolanti per le ragazze?
"Se una società vuole alzare ulteriormente l’asticella, come è nelle nostre intenzioni, la prima cosa da fare è investire sugli allenatori, che solitamente portano con loro anche dei 'sì' più convinti da parte delle giocatrici. Quest’anno abbiamo tre nuovi mister: Natasha Piai si occuperà delle più piccole, le Esordienti, che parteciperanno al campionato di categoria con i maschietti. Dario De Biasi allenerà le Allieve, che giocheranno il campionato nazionale e Massimo Zoni avrà il compito di seguire la Primavera che quest’anno, grazie al ripescaggio della prima squadra in Serie B, parteciperà al Campionato Nazionale. Siamo certi di aver portato a casa tre ottimi elementi, ognuno dei quali metterà a disposizione delle ragazze la propria esperienza. Ritengo molto interessanti e stimolanti per le ragazze questi cambiamenti; dovranno essere brave a capire da subito cosa i coach vogliono da loro, e sono sicuro che ci riusciranno"

Nuovi acquisti: sei soddisfatto del lavoro svolto fino ad ora?
"Per quanto riguarda il mercato in entrata sono abbastanza soddisfatto, ad oggi sono arrivate una decina di ragazze. Abbiamo in piedi ancora delle trattative che speriamo di riuscire a chiudere positivamente per integrare i vari organici: vi dico che ci toglieremo delle belle soddisfazioni con queste squadre"

Una nuova avventura per te, in un momento storico molto importante per il calcio femminile: con che spirito la affronterai?
"I buoni risultati ottenuti al Mondiale dalle Azzurre, insieme ai continui investimenti da parte di società di calcio professionistiche e televisive, stanno contribuendo a far crescere il calcio femminile a livello nazionale. Sono molto entusiasta di questa nuova avventura e voglio ringraziare chi mi ha dato la possibilità di entrare in questa grande famiglia, in primis Matteo Fattorel e tutta la squadra dirigenziale. Con molta umiltà, metterò a disposizione di tutti l’esperienza fatta nelle avventure precedenti, con l’obiettivo di contribuire positivamente ad un’ulteriore crescita del Permac Vittorio Veneto Calcio Femminile"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Cade dalla sedia della sua cameretta, bimbo di nove anni grave all'ospedale

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Sfreccia a 127 km/h con il suo bolide: il limite era 50 km/h

Torna su
TrevisoToday è in caricamento