Condannato a 9 anni di carcere in Ungheria si nascondeva nella Marca: arrestato

Adrian Laszlo Fajka, 40enne di origine ungherese, era fuggito alle forze dell'ordine dopo la condanna del tribunale. I Carabinieri di Venezia lo hanno rintracciato a Cessalto

Nella mattinata di sabato 5 ottobre 2019, a Cessalto, gli agenti del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Venezia, in collaborazione con la locale stazione dei Carabinieri e in stretta sinergia con il servizio per la cooperazione internazionale del Ministero dell’Interno, ha rintracciato e arrestato Adrian Laszlo Fajka, 40enne di origine ungherese, latitante e ricercato internazionale, nei cui confronti pendevano due mandati di arresto dell’Autorità Giudiziaria ungherese.

Il fuggitivo era stato condannato complessivamente, in via definitiva, a 9 anni e 7 mesi di reclusione per i reati di falso commessi nel paese di origine tra il 2014 e 2017 ed inerenti 63 casi di truffa commessi in Ungheria relativi alla vendita di autovetture o parti di ricambio. I militari hanno accertato che il ricercato si era stabilito in un abitazione rurale del comune trevigiano dopo aver dimorato alcuni mesi nell'area del sandonatese dove tra l’altro si era reso responsabile di reiterate insolvenze. L’arrestato è stato portato alla casa circondariale di Venezia in attesa della procedura di estradizione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

  • Movida trevigiana sotto controllo: stangato un locale etnico con all'interno 25 pregiudicati

Torna su
TrevisoToday è in caricamento