Cosa fare a Treviso e dintorni nel weekend: arriva la rassegna "Germogli di Primavera"

Appuntamento con gli asparagi tra Zero Branco, Badoere e San Polo di Piave. Attenzione però anche alla Sagra di San Liberale e alla "39^ Mostra del Conegliano Valdobbiadene" di Miane. La Marca trevigiana nel fine settimana offre però anche tanti concerti e spettacoli

MANIFESTAZIONI La kermesse più attesa di tutto il fine settimana è sicuramente "Germogli di Primavera":la rassegna primaverile organizzata da Unpli Treviso nei territori tra Piave e Sile, entra nel vivo con un tris di eventi: a Badoere, dal 22 aprile al 7 maggio, riflettori puntati sulla "50a Mostra dell’asparago di Badoere IGP" che per l’occasione delle nozze d’oro ha stilato un calendario ricco di appuntamenti. A Zero Branco la Pro Loco inaugura la "21° Mostra dell'Asparago" e la "13^ Festa di Primavera", dal 20 al 24 aprile. Grandi festeggiamenti anche per l’Asparago Bianco di Cimadolmo IGP con "Gemme d'Aprile" che si terrà a San Polo di Piave per tutta la giornata di domenica 23 aprile. Sempre a tema cibo però trovate anche la "Sagra di San Liberale" a Treviso e la "39^ Mostra del Conegliano Valdobbiadene" a Miane. Infine, attenzione anche a "Treviso Riding Season 2017", manifestazione che andrà in scena a Susegana grazie al gruppo Hells Angels Mc: ci saranno barbeque, motogiro, bike contest, concerti, espositori e tanti drink; oltre a "Festa Oasi Lipu 2017" a Pederobba!

Se però volete qualcosa di veramente diverso, allora fa per voi "Escape Room - La Cripta" a Crocetta del Montello, un evento temporaneo di un solo mese in cui mettere a punto l'ingegno in un gioco di squadra! Se invece volete restare più vicini a Treviso, a Silea troverete "In fuga dalla realtà" di Escape Room Revolution, un misterioso gioco di enigmi e logica basato sull'affascinante storia della famiglia Ricoletti, una ricca famiglia veneziana del fine 800. La padrona di casa viene assassinata e la tua missione è di riuscire a risolvere il gioco entro 60 minuti.

CONCERTI & TEATRO Sono due i concerti che gli amanti della buona musica attendono ormai da tempo per il venerdì sera: parliamo da un lato del live di "Ermal Meta" al New Age Club e dell'altro del concerto dei "Los Massadores" all'Home in zona Fonderia a Treviso. Tra sabato e domenica poi si potranno anche ammirare le musiche del "Concertone di Fanfare" a Conegliano in vista dell'Adunata Nazionale Alpini, il live del rapper Gemitaiz al Supersonic di Spresiano, il blues con i "The Professionals" al Corner Live di Mareno di Piave, il concerto con il giovane cantante Enrico De Nadai "I sentieri dell'anima" a San Vendemiano e  il "Concerto in memoria di Antonio Tomasi, Pietro Furlan e Don Mario Gerlin" a Pieve di Soligo.

Per quanto riguarda il teatro, invece, il weekend si apre con lo spettacolo "Un Bès" di e con Mario Perrotta a Villa Pisani di Montebelluna e con "Intervallo magico" al Teatro del Pane di Villorba, senza poi dimenticare anche "Dal buio un grido (Aldo Moro come Antigone)" al Teatro Busan di Mogliano Veneto. Sabato invece al Teatro Comunale di Treviso arriva "Dolores Hotel - Tango e altre storie", mentre a Vittorio Veneto sarà l'ora dello spettacolo "Dido+Aeneas".

CORSI, INCONTRI, CIBO&VINO Apriamo questa sezione con tre eventi dedicati al "cibo&vino" nella Marca: ecco allora a Treviso "Ritrovo poetico - Quando il vino sposa le fantasie di un abito", poi la serata degustazione vini "Bio e naturali" con ONAV Treviso a Ponzano Veneto e anche "Acena Inscena" alla Tesa del Tiepolo di Carbonera (che sabato propone anche l'inizio della rassegna "I suoni della villa"). Se invece preferite qualche incontro o corso, vi segnaliamo il noto politico "Guglielmo Epifani" a Treviso per Articolo Uno - Movimento Democratico, "Pro certamine" con la scrittrice Paola Nascimben a Villorba e il laboratorio esperienzale per sperimentare il dono dell'amore "Qualcuno ci ama" a Montebelluna.

Tra sabato e domenica invece vi proponiamo: a Fonte l'incontro con il noto psichiatra, spesso ospite alla trasmissione Matrix di Canale 5, "Alessandro Meluzzi" per presentare il suo ultimo libro "Dei delitti e delle pene 2.0", ma anche la presentazione del libro "Vampiri" del notisismo giornalista Mario Giordano che sarà sabato a Oderzo. Se però avete ancora dubbi su cosa fare, ecco allora anche l'incontro "Montessori a casa" con Alessia Salvini a Ormelle, la premiazione del Concorso letterario De Gustibus in viale della Repubblica a Treviso, come il laboratorio "TRA_Kids - Il gioco del colore tra punto e linea" da TRA-Treviso Ricerca Arte e la presentazione del libro "Le mura di Treviso" presso la Libreria IBS.

MOSTRE Apriamo questa sezione con, a Ca' dei Carraresi, la mostra "Francis Bacon. Un viaggio nei mille volti dell'uomo moderno". L'esposizione cercherà di focalizzarsi soprattutto sulla produzione italiana delle sue opere, in quanto rappresentazione della “maledizione del corpo e dell’anima” che attanagliò l’individuo moderno, interpretabile alla luce della psicanalisi, della filosofia e della psicologia. L’esposizione, organizzata da Kornice, offrirà l’incredibile opportunità di “entrare nella mente” dell’artista, di comprenderne i dubbi, le angosce e le ragioni che lo spinsero a scegliere i suoi soggetti, attraverso l’analisi della Francis Bacon Collection of the Drawings Donated to Cristiano Lovatelli Ravarino, delineata all’interno di relazioni e vita privata che si intrecciano nella storia. Non è tutto però, perchè qui potrete trovare anche la mostra "Giappone fiorito": la mostra racconta la vita e la natura del Giappone antico attraverso le opere dei grandi artisti del XIX secolo: Hokusai e Hiroshige. Un’ampia selezione di Ukiyo-e accoglierà i visitatori con immagini del Monte Fuji, di Edo (l’odierna Tokyo), di Kyoto ed in genere della natura del Sol Levante. Il periodo dell’anno scelto per l’esposizione è l’Hanani, ovvero il momento in cui fioriscono i fiori di ciliegio conferendo al Giappone un aspetto di incantevole bellezza. Fiori e piante saranno i protagonisti di un vasto allestimento variopinto ed analizzati nelle loro simbologie.

Continua poi anche "Storie dell'Impressionismo" organizzata da Linea d'ombra di Marco Goldin al Museo di Santa Caterina. Un'esposizione di opere d'arte di Gauguin, Renoir, Van Gogh e Monet...oltre ad altri e numerosi artisti internazionali, anche "moderni", per ricostruire non una sola storia, ma le molte storie dell’Impressionismo. Tutto ciò che si raccoglie nei temi del ritratto, della natura morta e ovviamente del nuovo paesaggio dipinto. Perché il pubblico, più di sempre, si possa emozionare davanti a tanta bellezza. Questa mostra non racconta solo, canonicamente, quel mezzo secolo che va dalla metà dell’Ottocento fino ai primissimi anni del Novecento. Ma anche quanto la pittura in Francia aveva prodotto, con l’avvento di Ingres a inizio Ottocento, nell’ambito di un classicismo che sfocerà, certamente con minore tensione creativa, nelle prove, per lo più accademiche, degli artisti del Salon.

Dopodichè vi consigliamo anche "Bellini e i Belliniani" al Palazzo Sarcinelli di Conegliano: la mostra prosegue le esplorazioni sulle trasformazioni dei linguaggi della pittura veneziana e veneta negli anni magici tra Quattro e Cinquecento. L'esposizione è, dunque, un’occasione per interrogarsi sull’eredità belliniana, ricostruendo con originalità una rete di rapporti e connessioni, mettendo in luce il raffronto possibile tra storie e opere, protagonisti e comprimari su palcoscenici diversi e alternativi e tuttavia legati da analogie e contiguità logiche e strutturali. La struttura però offre al pubblico anche la personale di Silvia Da Ros dal titolo "Anime al fronte".

Ancora poco convinti? Allora vi proponiamo anche le mostre "Il corpo della pittura" di Claudio Massini a Ca' da Noal e "Io sono il fiume" di Carlos Coccia al ristorante Basilico 13 in Piazza San Vito, o anche "Eclettico. Dalla murrina storica l'opera di Antonio dei Rossi" a Palazzo Todesco di Vittorio Veneto e la mostra personale di Gino de Pieri presso villa Romivo a Montebelluna, e poi anche l'esposizione "1Km" a cura di Giampaolo Arena a Tra-Treviso Ricerca Arte. Infine, ecco per voi anche: "Visioni friulane - Dipinti dal 1998 al 2017" di Dario Delpin in Fondazione Benetton a Treviso e persino la mostra fotografica "Tutti giocano" a Monastier.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Paura per Kuki Gallman: la scrittrice trevigiana è stata ferita nella sua casa in Kenya

    • Cronaca

      L'osteria da Nea perde la sua fondatrice: si è spenta Evelina Brugnera

    • Incidenti stradali

      Auto esce di strada a Susegana: il conducente finisce al pronto soccorso

    • Cronaca

      Litigata furiosa con la mamma: ragazzino di dieci anni si getta da un'auto in corsa

    I più letti della settimana

        Torna su
        TrevisoToday è in caricamento