Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

Vinitaly 2017, la natura anche in etichetta. La storia della cantina Mongarda

La cantina, che rappresenta il volto artigianale del Prosecco Superiore, presenterà a Verona il suo nuovo packaging, raccontando un mondo fatto di rispetto, attenzione e naturalità.

 

FARRA DI SOLIGO Un’azienda familiare dall’anima artigianale. Questa è Mongarda, cantina situata a Col San Martino, tra le colline più vocate del Conegliano Valdobbiadene, la cui cifra stilistica è proprio il “fatto a mano”, dove Bruno, Marinella e Martino coltivano le proprie vigne sui ripidi versanti della colline della Marca Trevigiana. Rispetto per la natura e per la materia prima sono i valori seguiti ogni giorno per ottenere vini sani, territoriali e dalla forte identità. Un’idea che ha comportato a volte scelte coraggiose, per portare in bottiglia la vera essenza dei ripidi pendii su cui crescono Glera, Bianchetta, Perera e Verdiso, i vitigni che concorrono alla produzione del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore firmato Mongarda.

Vini unici e decisamente personali, che nel calice esprimono vivacità, freschezza, potenziale longevità ed estrema naturalità. Credere nella terra, lavorarla con rispetto, preservandola per le generazioni future è infatti la filosofia che da sempre guida la famiglia Tormena in ogni scelta. Un messaggio importante che merita di essere raccontato già prima dell’assaggio. Da questo pensiero è maturata la decisione di introdurre una nuova identità visiva, che sintetizza i concetti di artigianalità, famiglia e naturalità: i valori Mongarda.

Grazie all’incontro con mimicocodesign, la filosofia aziendale ha trovato la giusta rappresentazione nelle nuove etichette, che faranno il loro debutto al prossimo Vinitaly. Personali, insolite e “fatte a mano”, sono il perfetto abito dei vini Mongarda. Una carta elegantemente semplice e certificata FSC è infatti il supporto per quattro collage di fantasia un po' surreali. Nascono così immagini che vogliono accompagnare questi vignaioli alle prese con la propria quotidianità, cercando di esplorarne la complessità. A questa nuova veste a cui si collega anche la realizzazione di una video-presentazione, cinque minuti di immagini ed emozioni in cui Martino e Bruno Tormena raccontano lo stile Mongarda in modo spontaneo e coinvolgente, sullo sfondo delle pittoresche colline dell’Alto Trevigiano. Una scelta che rivela in modo inequivocabile il desiderio di dare un’immagine aziendale non stereotipata e facilmente riconoscibile, che esprima la volontà della nuova generazione di perseguire un ideale preciso: lavorare la terra con la devozione necessaria a preservarla per il futuro. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TrevisoToday è in caricamento