Cintura nera e insegnante di karate: il Maestro Bertuola muore a 55 anni

Il 55enne Renato Bertuola, cintura nera 2° Dan ed istruttore di karate, era persona molto nota a Trevignano. Fatale per lui lo schianto contro un cantiere della Pedemontana

Renato Bertuola

Cintura nera 2° Dan di karate, istruttore alla palestra Ren Bu Kan e soli 55 anni sulla carta d'identità. Questo il profilo di Renato Bertuola, tragicamente scomparso nella serata di sabato quando, verso le 22.20, ha improvvisamente perso il controllo della sua auto lungo via Montebelluna a Trevignano, a pochi passi dal locale cantiere della Pedemontana. Purtroppo, uscendo di strada, l'auto ha impattato prima contro un jersey in cemento e poi contro una recinzione, con un impatto talmente forte che Bertuola è persino finito eiettato all'esterno dell'abitacolo del suo mezzo. A nulla sono quindi valsi i soccorsi, con il 55enne che è praticamente deceduto sul colpo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bertuola è così il secondo maestro della Ren Bu Kan a morire negli ultimi due mesi visto che, a fine marzo, a causa di una lunga malattia era già scomparso il 50enne Maestro Corrado Silvestrini, cintura nera 3° dan di karate. Bertuola, che era molto amico del Maestro Silvano Fontana (6° Dan di karate e titolare della palestra Ren Bu Kan di Trevignano), viveva a Falzé con l’anziana madre Amalia Carniato, di cui da tempo si prendeva cura, soprattutto dopo il decesso del padre, ha lasciato nel dolore anche la sorella Raffaella e i tanti allievi che da lui apprendevano i segreti delle arti marziali. Sotto choc, poi, il cugino Giovanni Carniato ( assessore ai servizi sociali del Comune) e i suoi colleghi all’Europoligrafico di Paese dove lavorava come operaio nel settore imballaggi. Bertuola, infatti, circa tre anni fa aveva dovuto abbandonare il karate a causa di uno sfortunato incidente casalingo: mentre sistemava una valvola del motore della sua auto, questa si era improvvisamente messa in moto, causandogli quindi profondissime lesioni alla mano sinistra, poi ricostruita all'ospedale di Padova. Proprio nelle prossime settimane avrebbe dovuto rientrare in palestra per continuare la riabilitazione, ma purtroppo l'incidente di sabato notte gli ha impedito di continuare la sua grande passione per il karate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento