In uno scatto la vita a impatto zero

Arriva "Obiettivo: Sostenibilità", il Concorso fotografico bandito dall'Arpav: verranno premiati gli scatti che sapranno rappresentare paesaggi collegati a comportamenti di vita rispettosi dell'ambiente

Ci sono vari modi per educare al rispetto e all’amore verso l’ambiente. Uno di questi è l’arte, in tutte le sue sfaccettature. La fotografia è sicuramente una di queste. Attraverso un’immagine si possono esprimere emozioni, raccontare di persone e luoghi anche lontani. Attraverso la fotografia si possono denunciare fatti e accadimenti. Attraverso la fotografia si può fare educazione e sensibilizzazione. Anche ambientale. 

Proprio con questo scopo è stato pensato il concorso fotografico “Obiettivo: sostenibilità” bandito da Arpa e dalla Rete IN.F.E.A. (Informazione Formazione Educazione Ambientale) del Veneto.

La competizione, aperta a fotografi amatoriali e professionisti residenti in Veneto prevede due categorie: una per giovani fino ai 25 anni e una per adulti dai 26 anni in poi. Il Concorso è finalizzato alla produzione di immagini che sappiano cogliere il paesaggio e le nuove possibilità che l’uomo ha di interagire con l’ambiente per creare nuova bellezza nel modo di vivere, di spostarsi, di organizzare le città, nel modo di stare insieme, crescere, in tutti i settori della vita privata, pubblica e produttiva in senso lato. Ambiente e sostenibilità non sono vincoli, ma occasioni per creare, innovare, produrre bellezza. 
 

Le opere fotografiche proporranno in modo artistico nuove e più sostenibili modalità di vita, pensate per ridurre sprechi e consumi di risorse. Gli autori dovranno fotografare scenari innovativi del nostro vivere, attraverso scatti che rappresentino paesaggi connessi con comportamenti e stili di vita sostenibili, per documentare la bellezza derivante da modi di vivere a minor impatto, in armonia con l’ambiente.
 

I vincitori riceveranno in premio buoni per l’acquisto di libri e saranno premiati nel corso di una cerimonia in marzo. Al Concorso seguirà una mostra fotografica itinerante, a cura del Laboratorio Territoriale Ambientale La.Terr.A., Nodo INFEA della Provincia di Rovigo, che sarà ospitata nelle città di Rovigo, Padova, Treviso e Santorso (VI) da marzo a maggio.
 

“Attività educative come questa promuovono una cittadinanza attiva – afferma Carlo Emanuele Pepe, Direttore Generale ARPAV, che aggiunge - contribuendo a creare consapevolezza e rendendo la società una protagonista attenta e critica delle trasformazioni del paesaggio oggi in atto, una questione aperta in una regione fortemente urbanizzata come la nostra”.

La scadenza per la presentazione delle opere è il 31 gennaio 2014. 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
TrevisoToday è in caricamento