menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Teatro del Pane: presentata la settima stagione

A Villorba l'attore Mirko Artuso ha presentato il programma di eventi per la prossima stagione teatrale. Tante sorprese e novità. Si comincia con "Il pranzo di Babette"

Il Teatro Del Pane, diretto dall’attore e regista Mirko Artuso, è diventato ormai una realtà consolidata grazie alla sua capacità di fondere il grande teatro con il piacere dello stare a tavola e della buona cucina. 

Dal 2013 a Villorba il pubblico, di stagione in stagione, ha potuto conoscere e affezionarsi ad uno spazio intimo, in grado di creare un’atmosfera magica, di portare in scena spettacoli teatrali e di offrire un’esperienza culinaria inedita. Continua Artuso: “Molte le novità e altrettante le conferme: dal teatro popolare a Shakespeare, l’opera lirica e il teatro civile, la comicità e le raffinate atmosfere compongono il cartellone di questa nuova stagione. Non bisogna sentirsi adeguati per andarci perché il teatro ci riguarda da vicino parla proprio di noi di come siamo oggi di come eravamo ieri e di come saremo nel prossimo futuro. Non c’è bisogno di vincere nessun imbarazzo per godersi una serata speciale tra buona cucina e spettacoli messi in scena da professionisti che arrivano da tutto il territorio nazionale e non solo. La stagione 2019/2020 sarà arricchita dalla collaborazione con l’Accademia teatrale Lorenzo Da Ponte di Vittorio Veneto, che porterà al Teatro le migliori produzioni ampliate per l’occasione nella formula cenaspettacolo: un modo per riscoprire i classici di Shakespeare durante una cena ricercata ma dai sapori genuini. Ma anche una produzione Teatro del Pane tutta al femminile, delle incursioni nella musica lirica, il teatro civile contemporaneo, il cinema, i concerti e i laboratori. L’idea di teatro davvero alla portata di tutti non è una frase fatta ma parte integrante della mission del Teatro del Pane: confermata anche per questa edizione la promozione che permetterà a tutti gli spettatori di 18/25 anni di diventare soci dell’associazione gratuitamente e di andare a teatro con 3 euro. Altra formula unica e originale, molto apprezzata, è la “Colazione a teatro”: bambini e genitori vivranno l’esperienza della colazione a teatro, una domenica mattina al mese, seguita da uno spettacolo pensato per il pubblico delle famiglie. Conclude Artuso: “Tante o poche non ci importa: le stagioni del Teatro del Pane sono sette e questo è quanto, il cartellone della prossima stagione è quasi pronto per essere svelato”. 

Appuntamento quindi dal 5 ottobre al Teatro Del Pane in via Fontane 91, Villorba. 
L’ingresso è riservato ai soci ed è necessario prenotare per partecipare agli eventi.

Il programma del weekend

SABATO 5 OTTOBRE 2019 
IL PRANZO DI BABETTE 
GIULIANA MUSSO - MIRKO ARTUSO
drammaturgia Francesco Niccolini
Musiche Matteo Artuso

Apertura porte ore 19
Cena-spettacolo ore 20
Contributo cenaspettacolo 50 euro
Ingresso riservato ai soci Acsi.

Liberamente tratto dal racconto di Karen Blixen. Atmosfere sognanti per una cena spettacolo mai vista prima. Un’esperienza di grande suggestione per una cena raffinata ed un racconto teatrale. Gli spettatori attorno ad un tavolo saranno accompagnati da Giuliana Musso e Mirko Artuso alla scoperta delle vicende di Babette e dei sapori della sua meravigliosa cena. Amontillado, Brodo di tartaruga, Blinis demidoff, Veuve cliquot, Cailles en sarcophage, Bourgogne Bouchard, Uva, pesche, fichi freschi sapientemente preparati dallo chef Maurizio Baratto del Teatro del Pane. Info e prenotazioni@teatrodelpane.it oppure chiamando +39 380 3842008.

DOMENICA 6 OTTOBRE
L'INIZIO DELLA COLLABORAZIONE CON L'ACCADEMIA TEATRALE LORENZO DA PONTE
con lo spettacolo CYRANO

Apertura porte ore 17
Spettacolo ore 18
Cena ore 20
Contributo cena e spettacolo 35 euro
Contributo solo spettacolo 15 euro
Ingresso riservato ai soci Acsi.

Scritta per l’attore Benoît-Constant Coquelin tra il 1896 e il 1897 da Edmond Rostand, “Cyrano De Bergerac” rappresenta una delle opere tragiche in versi più famose del teatro mondiale, simbolo di una generazione francese e tappa obbligata per ogni attore che voglia mettersi alla prova con un testo di elevata difficoltà ma di cui non si può assolutamente non restarne folgorati. Una storia serrata, romantica, avventurosa, tenera e allo stesso tempo violenta, il cui adattamento si rifà a diverse traduzioni (Giobbe, Cuomo, Lionello, Bigliosi) con l’aggiunta di nuove parti di testo per poter essere rappresentata in 4 attori, in una versione dal ritmo elevato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

A Pederobba è il giorno del taglio del nastro per il nuovo IperTosano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento