rotate-mobile

Inverno demografico e denatalità: «Crescita zero negli ultimi dieci anni»

Martedì 7 febbraio nella sede dell’associazione Binario 1 la presentazione della ricerca demografica curata da Spi Cgil con Anna Rita Contessotto e il segretario generale di Treviso, Vigilio Biscaro

Glaciazione demografica, così il sindacato dei pensionati della Cgil Treviso ha definito il fenomeno di costante decrescita della popolazione trevigiana e il verticale calo delle nascite degli ultimi anni in Veneto e in particolare in provincia di Treviso.

Proprio sulla Marca si è focalizzata l’attenzione del centro studi dello Spi Cgil che ha presentato oggi, martedì 7 febbraio, la sua nuova analisi. La ricerca, elaborata da Anna Rita Contessotto, evidenzia che nel 2022 (877.890) il numero dei residenti a livello provinciale ha in sostanza raggiunto quello di dieci anni prima (876.051), siamo dunque a crescita zero. Solo dal 2021 allo scorso anno si sono persi 2.527 abitanti. Dopo l’anno di picco per numero di nascite (il 2007 con 9.425 nati) il 2012 ha contato 8.608 nati; da allora un progressivo calo fino agli appena 6.101 nati del 2022.

Nel raffronto dei due anni di riferimento (2012 e 2022) è però mutata la composizione della società: si registrano 31.758 over 65 in più, 22.197 residente in meno tra i 15 e i 64 anni e 17.780 Under 14 in meno. Un quadro più che preoccupanti in termini di ricambio generazionale e di bilancio demografico. Ovvero la contrazione strutturale della popolazione attiva sta già determinando e lo farà con ancor più incisività problematiche a livello di tenuta del sistema sociale e di competitività produttiva del territorio. In altre parole non ci saranno a sufficienza lavoratori che contribuiranno allo sviluppo da una parte e dall’altra che sosterranno il carico di bisogni assistenziali e di cura della popolazione trevigiana più anziana. Evidenza che traspare già analizzando l’età dell’attuale popolazione attiva, prevalentemente concentrata sulla fascia di età 47-57 anni.

Video popolari

Inverno demografico e denatalità: «Crescita zero negli ultimi dieci anni»

TrevisoToday è in caricamento