Acqua: la disidratazione e le conseguenze negative sul nostro organismo

I segni correlati che la mostrano

La sete non è l’unico segnale che il nostro organismo invia al cervello, indicatore di disidratazione. L’ età, il tempo e l'attività in cui si è coinvolti, possono interferire con la tua sete di risposta. Perdere solo l'1,5% del peso totale dell'acqua, è considerato "lieve disidratazione" e può portare a svenimenti, incidenti, lesioni e altro. 

Ci si deve sentire arrivati al “capolinea”, nel momento in cui oltre alla chiara risposta del cervello che indica l’arsura, anche attraverso altre risposte dell’organismo, che inducono reazioni o stati che apparentemente sembrerebbero non correlati.

Scopriamo i segni del corpo, che esprimono disidratazione.

Mente annebbiata e senso di affaticamento

Senti di non essere al top e magari vivi black-out sulla comprensione a lavoro, nello studio o semplicemente durante le normali faccende a casa? Anche la leggera disidratazione potrebbe essere la causa; può ridurre la concentrazione, causare affaticamento, peggiorare l'umore e portare a mal di testa.

I rischi di una grave perdita di liquidi sono ben noti, ma quanto è rischioso se si salta anche solo di un paio di bicchieri d’acqua? I ricercatori hanno controllato i livelli di idratazione in 25 giovani donne a riposo e durante l'esercizio. Le donne che erano meno idratate, hanno ottenuto punteggi più bassi nei test sull'umore e sul ragionamento, nonché nella difficoltà nel completare il proprio lavoro.

Senso di fame

La disidratazione lieve può mascherarsi come senso di fame e potrebbe rendere più inclini alle voglie di zuccheri. D'altra parte, essere ben idratati può indurre un senso di pienezza.

Il livello di sazietà o sensazione di pienezza, è influenzato dal contenuto dello stomaco, indipendentemente dal consumo di solidi o liquidi. Ciò significa che l'acqua potabile potrebbe frenare appetiti imprevisti.

Una spiegazione plausibile, sta nella capacità della disidratazione di impedire un processo lineare dell’elaborazione mentale e quindi rendere più difficile il proprio giudizio sulle sensazioni.

Alito cattivo

La saliva mantiene la bocca naturalmente fresca, eludendo la formazione di batteri, causa di cattivi odori. La secchezza della bocca dovuta alla disidratazione, consente ai detriti di accumularsi sulle superfici della bocca e contribuisce a creare vapori maleodoranti.

Prevenire l’alitosi:

Sorseggiando da una bottiglia d'acqua personale durante il giorno

Sgranocchiando frutta e verdura ad alto contenuto di fibre, come mele, pere e carote

Masticare gomma senza zucchero tra i pasti, per stimolare la produzione di saliva

Pelle secca e squamosa

La disidratazione può impedire a uno strato della pelle chiamato strato corneo, di ricevere l'umidità di cui ha bisogno. Ciò può portare a un aspetto opaco e scuro, insieme a pori dilatati, linee sottili e sfaldamento.

Anche se la tua pelle è grassa, è comunque possibile essere disidratati. In effetti, la pelle disidratata è soggetta a olio in eccesso e sfoghi mentre le ghiandole sebacee cercano di compensare la mancanza di umidità.

Mantiene la pelle luminosa:

Bere un bicchiere d'acqua al posto del caffè del mattino o prima

Saltare nicotina, alcool e caffeina in eccesso

Evitare docce lunghe e calde, che possono lavare via i tuoi oli naturali e seccare ulteriormente la pelle

Emicrania e mal di testa

La disidratazione provoca un calo della pressione sanguigna, che riduce il tono vascolare nel cervello che può causare mal di testa.

Il tono vascolare si riferisce a quanto sono stretti i vasi sanguigni. Bassa pressione sanguigna, significa meno sangue e meno ossigeno trasportato alle cellule cerebrali; i vasi nel cervello si dilatano per cercare di aumentare il flusso. Questi cambiamenti possono scatenare l’emicrania Bere sufficientemente, aiuta fortemente a ridurre l’insorgenza del mal di testa.

Colore delle urine

Il colore delle urine è influenzato da diversi fattori, tra cui l'idratazione. In genere se l'urina è di un giallo paglierino chiaro, significa che si è ben idratati. Se diventa un po' troppo carica nel colore, indica la necessità di integrare con altri liquidi.

Ecco cosa potrebbe indicare il colore delle urine:

  • Giallo paglierino chiaro o pallido: sei un all-star dell'acqua, continua così.
  • Miele, giallo nuvoloso o ambra: potresti essere leggermente disidratato. 
  • Giallo scuro, arancione o marrone: sei gravemente disidratato o potresti avere una condizione che richiede cure mediche. 

Bevi molta acqua e chiama il medico se il colore scuro persiste.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade nelle acque del Sile, fugge in treno e lo ritrovano a Bassano

  • Tragedia in A27: perde il carico, scende a recuperarlo ma viene travolto

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Male incurabile, il sorriso di mamma Liliana si spegne a 47 anni

  • Tragico schianto col furgone nella notte: 62enne muore a pochi metri da casa

  • Ha combattuto fino alla fine il male, muore ex direttrice di banca

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento