rotate-mobile

Più Europa: «Registrare figli di coppie omogenitoriali è boutade elettorale»

Mercoledì 5 aprile la presentazione di Carmine Mazzola ed Elena Cacciatori, i due candidati con Più Europa inseriti nella lista "De Nardi Sindaco". Attacco alla Giunta Conte su Lgbte e baby gang in centro

Il gruppo di Più Europa - Treviso ha annunciato mercoledì 5 aprile il suo sostegno al candidato sindaco della coalizione di centrosinistra, Giorgio De Nardi, in vista delle elezioni comunali di metà maggio.

WhatsApp Image 2023-04-05 at 10.45.58 (1)

Più Europa Treviso inserirà due suoi esponenti per il consiglio comunale nella lista civica De Nardi Sindaco. Si tratta di Carmine Mazzola, coordinatore del gruppo Più Europa - Treviso, avvocato e insegnante presso l’istituto Riccati-Luttazzi ed Elena Cacciatori, tesoriera del gruppo di Più Europa - Treviso, consulente assicurativo molto attiva nel sociale come attivista dell'associazione Coscioni e volontaria presso la Biblioteca BRaT. All'interno della lista De Nardi Sindaco, Mazzola e Cacciatori declineranno i valori fondanti di Più Europa con proposte per la città: diritti civili, che sono anche sociali ed economici, ambiente, imprenditoria giovanile, digitalizzazione per una Treviso più europea da realizzare assieme al candidato sindaco del centro sinistra.

Durante la presentazione non sono mancati gli attacchi all'attuale Giunta Conte, accusata da Elena Cacciatori di non aver fatto abbastanza per contrastare il fenomeno delle baby gang in centro: «Pensiamo possa essere fatto molto di meglio a Treviso. L'unica azione presa dal Comune è stata mettere le pattuglie in Piazza Borsa. Il problema però va risolto alla radice creando centri di aggregazione dove i ragazzi possano fare insieme attività sane e costruttive in gruppo, magari tenendo aperte le scuole anche di pomeriggio».

Carmine Mazzola pone invece l'attenzione sulla registrazione dei figli delle coppie omogenitoriali su cui Mario Conte è più volte intervenuto negli ultimi giorni: «La proposta del sindaco ci sembra una boutade elettorale visto che più volte il Comune ha negato la sua collaborazione ad iniziative Lgbt ritirando il patrocinio alla Rete RE.A.DY che favorisce l'integrazione nel territorio delle varie associazioni Lgbt». Più Europa è infatti promotore di una mozione nazionale per chiedere al Parlamento di agire e ai sindaci di tutta Italia di trascrivere gli atti di nascita dei figli delle famiglie arcobaleno.

Giorgio De Nardi, ringraziando per il sostegno i due candidati di Più Europa, ha concluso: «Stiamo lavorando ogni giorno per una Treviso che sia il più inclusiva possibile, sostenendo la libera scelta di ognuno. Con Più Europa condividiamo anche l'attenzione per le tematiche ambientali e il sogno di veder trasformata l'area dello stadio Tenni in un grande spazio dedicato al verde pubblico».

Video popolari

Più Europa: «Registrare figli di coppie omogenitoriali è boutade elettorale»

TrevisoToday è in caricamento