rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024

Comunali 2023, da Tosi e De Poli appoggio alla riconferma di Conte

In mattinata al ristorante "Da Alfredo" incontro con il coordinatore regionale degli azzurri mentre al K3 il senatore e presidente dell'Udc ha annunciato che nella lista civica del sindaco vi saranno tre nomi legati allo scudo crociato

L'appoggio di Flavio Tosi, attuale coordinatore di Forza Italia in Veneto, e quello del senatore Antonio De Poli, presidente dell'Udc. Mattinata intensa oggi, 11 aprile, per Mario Conte, attuale sindaco di Treviso e candidato del centrodestra alla riconferma a Ca' Sugana: prima un incontro presso il ristorante "Da Alfredo" con i vertici provinciali di Forza Italia (il sindaco di Conegliano, Fabio Chies e l'attuale vicesindaco Andrea De Checchi), i candidati a consigliere e l'ex segretario regionale della Lega, poi la conferenza stampa alla sede del Carroccio, al K3, con De Poli. Proprio per rinsaldare questa alleanza, almeno due/tre nomi presenti nella lista civica del sindaco Conte saranno legati allo scudo crociato. Per compilare definitivamente le liste c'è tempo fino a sabato 14 aprile.

«Forza Italia a Treviso avrà un ruolo di lealtà che ha sempre avuto nei confronti di Mario Conte, doverosa, anche perchè è stato e sarà un ottimo sindaco» ha dichiarato Tosi «e un apporto di competenza: lo ha dimostrato in questi cinque anni e la scelta che fa Forza Italia a tutti i livelli, è di portare qualità e competenza di cui il cittadino ha bisogno. In un momento come questo, di crisi economica, la fine della pandemia, la crisi energetica, i fondi del Pnrr, c'è grande bisogno ci capacità e competenza e quindi Forza Italia ha fatto questa scelta, ha premiato amministratori locali che sanno stare sul territorio per risolvere i problemi e sanno come fare». Forza Italia esprime a Treviso il vicesindaco Andrea De Checchi, poltrona pretesa oggi da Fratelli d'Italia. «Lui sceglierà le persone perchè poi alla fine per governare bene» spiega Tosi «servono persone competenti ed esperte e Forza Italia si mette a disposizione per questo, rispettosa degli equilibri, sapendo che ci sono partiti più forti e partiti meno forti però noi sappiamo di avere una squadra di persone capaci».

«Siamo convinti che il sindaco Conte ha fatto molto bene e siamo altrettanto convinti che sia la persona giusta per continuare ad amministrare Treviso, che ha saputo, anche negli anni della pandemia, dare con forza risposte al sociale e al mondo della piccola impresa, in un momento che è stato di grande difficoltà dal punto di vista economico e sociale, oltre che sanitario» ha spiegato il senatore De Poli «Conte ha dimostrato di essere un amministratore bravo, capace e preparato, di avere a cuore i bisogni dei propri cittadini. Mario è un trevigiano in mezzo ai trevigiani, è riuscito ad essere l’amministratore fra la gente. Per questo motivo noi come UDC, che da sempre portiamo avanti i valori della vita, della famiglia e della solidarietà che fanno parte del Dna della coalizione di Centrodestra, sosteniamo con forza la candidatura a sindaco di Conte e lo faremo con la nostra presenza come UDC all’interno della lista civica Mario Conte Sindaco. In testa nel nostro programma ci sono, da una parte, le politiche sociosanitarie, con la tutela delle fasce sociali più deboli della nostra popolazione (anziani, disabili, persone non autosufficienti…); dall’altra parte, il sostegno alla piccola impresa e dunque al tessuto produttivo e socio-economico senza il quale non può esserci lavoro e sviluppo nei territori (artigiani, commercianti, agricoltori…)» ha aggiunto.

«Uno dei nemici che noi candidati sindaci dobbiamo affrontare» ha ribadito Conte nel corso di entrambi gli incontri della mattinata di oggi «è l’astensionismo, segnale di disaffezione alla politica. Noi vogliamo lavorare sulla credibilità, per questo dobbiamo essere seri, onesti e a servizio della comunità. Mi fa piacere che Antonio De Poli abbia sposato il nostro progetto e gli obiettivi che, come Città, vogliamo raggiungere”. Tra i principali: una città sempre più europea e a misura di bambino, perché dove stanno bene i più piccoli stanno bene anche gli adulti. Ma anche una città a misura degli anziani: Conte cita anche i progetti di cohousing, un unicum a livello nazionale, possibile grazie alle collaborazioni con gli stakeholder del territorio. Tra gli obiettivi citati, infine, anche quello di essere una città inclusiva e accessibile a tutti, con progetti legati alla cultura, alle politiche ambientali, allo sport (con due nuove palestre e due nuovi campi da calcio) e all’istruzione tramite l’accordo storico con la Ca’ Foscari».

Tosi e i principali esponenti forzisti della Marca

Si parla di

Video popolari

Comunali 2023, da Tosi e De Poli appoggio alla riconferma di Conte

TrevisoToday è in caricamento