rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Attualità

La danza da Treviso a Cosenza per celebrare l'arte

Anche quest’anno la trevigiana Edi Florian, insegnante, coreografa e direttrice di Asd Evento Danza, torna al Museo del Presente di Rende – Cosenza per danzare in occasione della rassegna d’arte “Intrecci Contemporanei” a cura di Roberto Sottile, promossi dall’Assessorato alla Cultura della Città di Rende.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Anche quest’anno la trevigiana Edi Florian, insegnante, coreografa e direttrice di Asd Evento Danza, torna al Museo del Presente di Rende – Cosenza per danzare in occasione della rassegna d’arte “Intrecci Contemporanei” a cura di Roberto Sottile, promossi dall’Assessorato alla Cultura della Città di Rende. Dopo il successo dell’anno scorso, che ha dato inizio ad un gemellaggio artistico tra nord e sud, Edi Florian ha risposto con entusiasmo all’invito ad esibirsi – nella serata inaugurale del 24 luglio scorso – con l’improvvisazione di danza contemporanea ACCADUEO: “Un legame indissolubile tra opera e spettatore, tra l’immagine e la potenza del corpo.”

All’interno della rassegna d’arte, curata da Roberto Sottile, troviamo le opere pittoriche di artisti italiani emergenti quali Monica Argentino, Stefania Cecchetti, Angela Donatelli, Daniela Carletti, Marina Loreti e le sculture del trevigiano Vanni Cenedese; un connubio di produzioni artistiche che dialogano, intrecciando pensieri, suggestioni ed emozioni. Un progetto collettivo che diventa un racconto attuale sulla forza e la diversità della ricerca dell’arte contemporanea attraverso sei diversi percorsi creativi che per la prima volta si ritrovano insieme negli spazi espositivi del Museo del Presente. Intrecci Contemporanei diventa così una reale agorà delle arti, dove linguaggi e tecniche si intrecciano, dove la pittura, la scultura e la danza si riappropriano della loro potenza comunicativa. Il Museo del Presente, contemporaneamente, ospita l’installazione artistica “SELF BOX” di Massimiliano Ferragina: una denuncia e provocazione sul tema dell'Ecologia Integrale. “Il colpevole è qui” un interrogativo che ci mette di fronte alla grande responsabilità che ognuno di noi ha di fronte al cosmo, al pianete terra.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La danza da Treviso a Cosenza per celebrare l'arte

TrevisoToday è in caricamento