menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La locandina dell'iniziativa

La locandina dell'iniziativa

Maser: porte aperte dai produttori di ciliegie, cantine, piccole produzioni locali

Il sindaco Claudia Benedos: «Fino al 13 giugno 38 produttori di ciliegie, 10 cantine, 6 piccoli produttori di tipicità gastronomiche, 12 ristoranti e la Villa di Maser aprono le porte per un’esperienza di gusto, salute e bellezza. Per l’occasione possibilità di fare pic nic sabato e domenica sui prati della Villa e sono programmate visite guidate anche al Tempietto la domenica su prenotazione»

Una nuova iniziativa per festeggiare le primizie di stagione e in particolare le ciliegie De.Co (denominazione comunale) di Maser, nel rispetto delle normative di prevenzione Covid 19. «Quest’anno avremmo dovuto festeggiare alla grande la 30^ edizione della Mostra della Ciliegia allestita come da tradizione nello splendido scenario di Villa Barbaro, avevamo commissionato anche una pubblicazione dedicata a raccontare questi 30 anni. Le norme sul divieto di assembramento non consentono l'organizzazione della Mostra - comunica il sindaco Claudia Benedos - ma non ci siamo persi d’animo e, grazie alla nostra Pro Loco, abbiamo organizzato un’iniziativa di promozione che invita ad un’esperienza di gusto, salute e bellezza. È soprattutto un’occasione per portare gli acquirenti presso i singoli produttori, con la possibilità di acquistare le ciliegie. Questa è un’ottima annata». Oggi e fino al 13 giugno 38 produttori di ciliegie aprono tutti i giorni le porte delle loro attività, segnalando il loro invito ad entrare con dei cartelli visibili dalle strade di Maser. «La ciliegia è il frutto simbolo di Maser, grazie al dolce clima delle nostre colline le nostre ciliegie sono le prime ad apparire sui mercati regionali e nazionali. Nel 2017 la ciliegia di Maser ha ottenuto il riconoscimento della Denominazione Comunale De.Co, che significa riconoscere che la ciliegia fa parte della tradizione e del patrimonio culturale del nostro territorio», sottolinea Benedos. «Sono state coinvolte nell’iniziativa anche le 10 cantine del Consorzio Asolo Prosecco e le Piccole produzioni locali (PPL) che proporranno tutti giorni le loro tipicità gastronomiche, oltre ai ristoranti». Villa Barbaro, storica sede della Mostra, sarà invece visitabile sabato e domenica dalle 10 alle 18.

«Nell’occasione sono previste visite guidate alla Villa e al Tempietto su prenotazione, programmate per la domenica alle 10.30 e alle 15. Inoltre, sarà consentito fare pic nic sui prati della Villa»: aggiunge il sindaco. «Sarà presente all’ingresso di Villa Barbaro nelle domeniche 24, 31 maggio e 7 giugno un punto di informazione turistica gestito dalla Pro Loco locale - continua Rino Furlan, da poco commissario della Pro Loco di Maser- dove sarà a disposizione il materiale promozionale anche della Regione Veneto che permetterà ai turisti di raggiungere in libertà le varie realtà nel territorio». Il progetto, che evita l’assembramento diluendo i turisti nel territorio, riceve anche il plauso della Regione: «Questo è il Veneto che non si ferma, il Veneto che produce, il Veneto delle eccellenze enogastronomiche, il Veneto della ristorazione di qualità. Si aprano, dunque, cancelli e porte di cantine e frantoi, di aziende e ristoranti, di quel gioiello artistico e architettonico che è Villa Maser, per accogliere, nel rispetto delle regole di sicurezza che ancora dobbiamo prudentemente seguire, un’umanità di cui questi luoghi sono patrimonio», è il messaggio dell’assessore regionale al Turismo Federico Caner. «In questo momento di stallo la Pro Loco e il Comune sono riusciti a creare una sinergia per rilanciare questo splendido territorio», chiude  Giovanni Follador Presidente Unpli Regionale del Veneto e Unpli Provinciale Treviso. Per info: www.comune.maser.tv.it; www.prolocomaser.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento