blog

A Treviso e sul web è boom per "Suicidium", il nuovo ed irriverente gioco da tavolo

L'obiettivo è di porre fine alla vostra esistenza o spingere gli altri a farlo, tutto ovviamente per scherzo. Un gioco nuovo, scanzonato e criticato però da Radio Maria

PONTE DI PIAVE Suicidium è un gioco di carte accattivante, macabro e divertente, il cui obiettivo è di porre fine alla vostra esistenza o spingere gli altri a farlo (per finta, ovviamente!). Il progetto ha fatto la sua comparsa ufficiale a Modena Play 2016, al Treviso Comic Book Festival 2016 e al Lucca Comics & Games registrando un grande successo di pubblico ed è il risultato di una fortunata campagna di crowdfunding conclusasi a fine 2015 sul sito Eppela con il sostegno dell'iniziativa Postepay Crowd di Poste Italiane (destinato alle migliori produzioni indipendenti). È aggressivo? No. Sprezzante? Certo. Irriverente? Moltissimo. "E quanta soddisfazione a scherzare con ciò che ci fa più paura!" dichiarano il 31enne Valentino Sergi di Pordenone e la 32enne trevigiana Michela Coletto, i due fautori del progetto da oltre 10mila euro criticato però da Radio Maria.

Il gioco, concepito dallo studio di comunicazione editoriale Officina Meningi (fondato da un team di creativi nella verde città di Pordenone), comprende 110 carte illustrate dal vignettista Marco Tonus, una delle firme più irriverenti di riviste come «Cuore», «Il Vernacoliere», «Emme», «Mucchio Selvaggio», «Il Fatto Quotidiano», «L'Unità» e «Il Male» e da illustri guest-star del fumetto come Davide La Rosa, Felinia, Miguel Angel Martin e Tuono Pettinato! E non è tutto: le regole sono molto facili da imparare e prevedono due distinte modalità di divertimento pensate per 2, 3 o 4 persone. Sì, avete capito bene: due giochi in uno! Il gioco, nello specifico, prevede un mazzo da 110 carte illustrate in grafica bicroma stampate in formato poker (6x9) su cartoncino di alta qualità. Una delizia per gli appassionati di giochi in scatola e per gli amanti del fumetto umoristico. Una delle particolarità di Suicidium è poi che i sostenitori del crowdfunding hanno avuto la possibilità di aggiudicarsi uno dei disegni originali del gioco, un'occasione davvero unica per portarsi a casa non solo tanto divertimento, ma anche un piccolo oggetto d'arte, prodotto da una delle star del fumetto coinvolte. 


Come funziona - In sintesi, nelle due modalità di gioco si parte con 10 punti volontà e 7 carte in mano, che rappresentano le vostre "armi" da giocare su di voi o sui vostri avversari. Nella modalità Survive l'obiettivo è, appunto, sopravvivere, rimanendo l'ultimo in gioco. Nella modalità Depression, invece, l'obiettivo sarà quello di azzerarsi i punti volontà prima degli altri. Quando i punti volontà di un giocatore arrivano a zero, questi dovrà pescare da un mazzetto separato una carta oggetto (lametta, cappio, veleno o cabina suicidi) per poi ricominciare a giocare con i valori iniziali ristabiliti. Ma attenzione, quando si pescano due oggetti uguali, termina la partita (e si perde, nella modalità Survive, o si vince, nella modalità Depression!). Ovviamente non è tutto così semplice, non ci sono solo carte che alzano o abbassano i punti volontà (come "+1 scorpacciata di orsetti gommosi" oppure "-1 ti muore il pesce rosso"), ma anche molte carte evento utili a ribaltare la situazione, che costringono un avversario a scartare o che annullano l'effetto di una carta e molto altro ancora.

DSC_5264-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Treviso e sul web è boom per "Suicidium", il nuovo ed irriverente gioco da tavolo

TrevisoToday è in caricamento