“L’arte di mettere da parte”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

"Un Euro = un sorriso di un bimbo", scrive sul suo disegno Marta Viani, alunna di quinta della scuola "Gabelli" di Treviso. "Sono i bambini a costruire un mondo migliore", scrive invece la sua compagna Paola Mascherin, all'interno di un disegno che rappresenta il risparmio in tutte le sue forme. Sono due modi, semplici ed efficaci, per parlare del risparmio come strumento di solidarietà, crescita personale, migliore qualità di vita.

I lavori delle due bambine trevigiane sono stati pubblicati nel volume "L'arte di mettere da parte", che raccoglie disegni interviste, collage, temi, vignette o filastrocche realizzati dagli alunni di oltre 130 scuole primarie di tutta Italia. I bambini coinvolti hanno partecipato alla 2° edizione del progetto ludico-formativo "Una Storia fattapPosta", realizzato da Poste Italiane e Cassa Depositi e Prestiti in occasione della 89° Giornata Mondiale del Risparmio.

Anche gli alunni della scuola elementare Gabelli di Treviso avevano aderito al progetto, raccontando l'importanza del risparmio come valore educativo che insegna a utilizzare al meglio le risorse disponibili e a investire sul proprio futuro, esponendo le loro idee nella forma espressiva preferita. Per il secondo anno consecutivo più di 5.300 bambini di tutta Italia hanno raccontato cosa significa preservare risorse, energia, denaro in favore dell'ambiente e del bene comune.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento