Agricoltura, il Consorzio Treviso fa il bilancio di un'annata anomala

Appuntamento di due giorni con il Consorzio Agrario di Treviso e Belluno presso la sede centrale di Paese per un San Martino in formato “open day”: un’occasione per fare un bilancio sull’annata agraria

Sabato 9 e domenica 10 novembre 2013 il Consorzio Agrario di Treviso e Belluno organizza un "open day" alla sede centrale di Castagnole di Paese. Si tratterà di un'occasione per “toccare con mano” servizi e soluzioni tecnologiche offerte dal Consorzio per tutte le colture.

Ma il Consorzio ne approfitterà anche per tracciare un bilancio dell'annata agraria che si sta concludendo, "anche se molti maiscoltori stanno ancora raccogliendo, a dimostrazione di come quest’annata sia davvero un caso unico da analizzare", commenta Fulvio Brunetta, presidente del Consorzio Agrario di Treviso e Belluno.

"Le ultime due annate sono state molto complicate – spiega Brunetta – e il 2013, in particolare, è stato l’annus horribilis, che ha visto alternarsi periodi di piovosità fuori norma ad altri di siccità. Tuttavia l’agricoltura non si ferma, continua a investire e deve farlo con coscienza delle tecniche e degli strumenti che la tecnologia mette a disposizione".

Per questo l’open day alla sede di Castagnole si articolerà in due momenti. Oltre all’opportunità di conoscere le macchine e le attrezzature offerte dal Consorzio per tutte le colture, nella mattinata di sabato, a partire dalle ore 10, si terrà un convegno dedicato ad un aspetto centrale dell’attività agricola: l’utilizzo della risorsa idrica. Autorevoli operatori del settore illustreranno alla platea le tecniche più aggiornate, come l’irrigazione a goccia che, specialmente in periodi di siccità, limitano gli sprechi e razionalizzano l’uso della risorsa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L’obiettivo – conclude Fulvio Brunetta – è ottimizzare i processi sviluppando modelli di agricoltura di precisione, utili sia per migliorare la qualità e il livello delle produzioni, sia per supportare gli agricoltori in quel ruolo fondamentale che essi svolgono di tutela dell’ambiente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Smart contro un camion: muore 32enne, l'amica alla guida non aveva la patente

  • Azienda trevigiana investe 2mila euro a dipendente per corsi e viaggi all'estero

  • Con lo scooter contro un'auto, muore noto albergatore jesolano

  • Schianto sulla Pontebbana, gioielli e arnesi da scasso nella Smart

  • Monfumo, Cornuda e Pederobba: raffica di allagamenti, strade come fiumi

  • Una folla commossa per dare l'ultimo saluto al piccolo Tommaso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento