Coronavirus, l'appello degli imprenditori di ReteSi: «Aiuti immediati alle imprese, se necessario anche Italexit»

Di seguito riceviamo e pubblichiamo, a seguito dell'emergenza Coronavirus, l'appello indirizzato alle istituzioni da parte di ReteSi, la rete di imprenditori, tra i quali figura l'industriale del territorio trevigiano Massimo Colomban.

"Il virus in atto produrrà gravi disastri se non si adotteranno immediate misure economiche: crolleranno i mercati finanziari, crollerà la produzione, crollerà l’export, il PIL, crollerà l’occupazione, saliranno le spese assistenziali, CIG, sanitarie, le entrate tributarie diminuiranno, il rapporto Debiti/PIL ci emarginerà nella miseria, che è forse quello che sperano i nostri competitor EU. Probabilmente i cittadini accuseranno i governanti di non aver saputo affrontare e mitigare i problemi e voteranno in massa diversamente.

Quali misure immediate da prendere? CIG per tutte le aziende, aiuti immediati alle imprese che stanno avendo danni, detassazione e cercare tutte le misure per mantenerle in vita. Per ricostruire un tessuto imprenditoriale che crea occupazione, reddito, PIL e che contribuisce al 66% delle entrate dello Stato ci vorranno anni ed anni probabilmente decenni se non si adotteranno le misure di stimolo indispensabili: zero burocrazia, zero tasse per le start-up, al max 20% per le PMI e per tutte le grandi imprese che esportano oltre il 30% del fatturato, 30% per tutte le grandi e per le multinazionali sopratutto dell’e-commerce e del web (calcolate con un minimo del 3% del fatturato) 30-60% per le imprese che sfruttano concessioni dello Stato, semplificare ed incentivare un tessuto imprenditoriale che può farci ripartire ed uscire dalla tragedia che ci sta mortalmente danneggiando. Indispensabile rilanciare il Made in Italy e il Visit Italy: non appena il problema virus arriverà alla fine del ciclo (speriamo quanto prima).

Infine vogliamo ricordare: le imprese sono il tesoro delle Nazioni, non va delapidato. Istituzioni: sta a voi scegliere se subire lo scenario che travolgerà voi con tutti i cittadini o se ribaltare la situazione da tragedia ad opportunità. Se la UE, inoltre, lo impedirà non fatevi soggiogare o spogliare: se occorre fate come UK e tanti altri Stati d'Europa che fuori dell’euro crescono di più. La fortuna aiuta e accompagna sempre i coraggiosi".

Imprenditori ReteSi

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade nelle acque del Sile, fugge in treno e lo ritrovano a Bassano

  • Tragedia in A27: perde il carico, scende a recuperarlo ma viene travolto

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Male incurabile, il sorriso di mamma Liliana si spegne a 47 anni

  • Tragico schianto col furgone nella notte: 62enne muore a pochi metri da casa

  • Ha combattuto fino alla fine il male, muore ex direttrice di banca

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento