Susanna Camusso a Susegana: "Vogliamo soluzione da governo"

Il segretario nazionale di Cgil ha incontrato gli operai dello stabilimento Electrolux: "E' necessario ripensare l'Imu e non aumentare l'Iva per riattivare i consumi"

Susanna Camusso

Lunedì Susanna Camusso, segretario generale della Cgil, ha incontrato i dipendenti della Electrolux di Susegana. La sindacalista ha colto l'occasione per affrontare anche temi legati all'attualità politica nazionale.

"Se qualcuno pensa che la strada della ripresa sia quella di un ulteriore ricorso a forme di flessibilità mi pare che non abbia capito dove siamo arrivati e perché - ha dichiarato Camusso - Sono tutte strade che abbiamo sperimentato e che hanno dato un pessimo risultato".

Secondo Camusso urge andare alle radici dell'impoverimento del Paese e delle sue difficoltà.

"Ci aspettiamo dal governo una risposta in termini di soluzioni fiscali che dia ai lavoratori dipendenti e ai pensionati un po' di risorse, dato che hanno pagato molto e ricevuto poco - ha proseguito Camusso - E vogliamo delle risposte che, con altrettanta nettezza, dicano che si accelera sul contrasto all'evasione, che si guarda a chi produce ricchezza, non a chi approfitta di chi produce ricchezza".

"Non possiamo avere un sistema industriale che si attesta al livello più basso della crisi. Il rischio di fare adesso delle operazioni che diano per scontato il ridimensionamento del sistema industriale - ha aggiunto - è pericoloso perché ci si può rassegnare all'idea che il nostro paese perda il 20-25% della produzione industriale e questo vuol dire non avere particolari prospettive".

"Occorre perciò - ha sottolineato il segretario di Cgil - arrestare processi di ulteriore riduzione dell'apparato produttivo. Si utilizzino gli strumenti che ci sono, occorre darsi un tempo. Tutti questi settori, e qui oggi parliamo dell'elettrodomestico, dipendono dai consumi delle persone. Per questo noi parliamo di redistribuzione del reddito, che è fondamentale".

Camusso è poi entrata nel merito di Imu e Iva, della quale molto si sta discutendo. Secondo il segretario di Cgil, si deve procedere ad una rimodulazione dell'Imu, "seriamente progressiva", per ricavare risorse che scongiurino l'aumento dell'Iva.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In un Paese come il nostro, fatto di piccole imprese - ha concluso - l'aumento dell'Iva sarebbe una nuova politica ciclica a favore della crisi invece che a contrasto".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Smart contro un camion: muore 32enne, l'amica alla guida non aveva la patente

  • Azienda trevigiana investe 2mila euro a dipendente per corsi e viaggi all'estero

  • Superenalotto, doppia vincita nel weekend in provincia di Treviso

  • Con lo scooter contro un'auto, muore noto albergatore jesolano

  • Monfumo, Cornuda e Pederobba: raffica di allagamenti, strade come fiumi

  • Una folla commossa per dare l'ultimo saluto al piccolo Tommaso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento