Data center della Regione, manutenzione a cura di Dba progetti

Il vicepresidente della regione, Gianluca Forcolin si è recato presso la sede dell'azienda villorbese che è risultata vincitrice della gara per la fornitura di servizi di progettazione definitiva ed esecutiva degli impianti

Visita del vicepresidente Gianluca Forcolin e Stefano e Raffaele De Bettin

Per continuare il percorso di attuazione dell’Agenda Digitale del Veneto 2020 verso i cittadini, le imprese e gli enti del territorio, la Regione del Veneto ha avviato, coerentemente con quanto previsto dall’Accordo con l’Agenzia per l’Italia Digitale, un percorso di rinnovamento e potenziamento del proprio Data Center sito presso il Parco Scientifico Tecnologico Vega di Venezia. Il vicepresidente Gianluca Forcolin si è recato lunedì scorso presso la sede di DBA Progetti, società di Architettura e Ingegneria dell’omonimo Gruppo, che è risultata vincitrice della gara, indetta dalla Regione Veneto, per la fornitura di servizi di progettazione definitiva ed esecutiva degli impianti, delle strutture e dei dispositivi della sicurezza per la manutenzione straordinaria del Data Center dell’Ente. 

«Il Data Center regionale è una infrastruttura strategica e sensibile per l’evoluzione dei servizi digitali che l’Amministrazione Regionale eroga sia agli uffici regionali sia per gli Enti locali, alle imprese e ai cittadini veneti -dichiara il vicepresidente Forcolin- Oggi durante la visita a DBA Progetti ho avuto l’occasione di visionare il progetto del nuovo Data Center Regionale che rispecchia quanto abbiamo chiesto in termini di risparmio energetico e sostenibilità ambientale, di sicurezza e di efficienza». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«La progettazione sarà realizzata con procedure di Building Information Modeling (B.I.M.) come richiesto dal capitolato -ha detto l’arch. Stefano De Bettin, amministratore delegato di DBA Progetti- e sarà quindi implementata con tecnologie digitali per la creazione tridimensionale del modello con tutti i dati per l’esecuzione e per la gestione del ciclo di vita della struttura stessa, rendendo intelligente e meno costosa la programmazione degli interventi futuri. Il Data Center, elemento strategico in un mondo digitale, raccoglie e custodisce il patrimonio informatico di Enti ed Istituzioni venete, diventa quindi prioritaria la sua massima sicurezza ed efficienza dotando così l’infrastruttura di una tecnologia predittiva nel campo della manutenzione». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Smart contro un camion: muore 32enne, l'amica alla guida non aveva la patente

  • Azienda trevigiana investe 2mila euro a dipendente per corsi e viaggi all'estero

  • Schianto sulla Pontebbana, gioielli e arnesi da scasso nella Smart

  • Con lo scooter contro un'auto, muore noto albergatore jesolano

  • Monfumo, Cornuda e Pederobba: raffica di allagamenti, strade come fiumi

  • Malore improvviso, 40enne ricoverato in elisoccorso: è gravissimo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento