Green

BCC di Monastier e del Sile: un palazzo green e altre iniziative

La Banca di Credito Cooperativo ha da poco terminato i lavori di riqualificazione della propria sede di Dosson di Casier, installando un impianto fotovoltaico ed una pompa di calore. Altre iniziative sono in atto per ridurre i consumi energetici della Banca e dei clienti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

MONASTIER Risparmio energetico, rispetto ambientale e riduzione dell'inquinamento. Con un solo intervento di riqualificazione, Banca di Monastier e del Sile Credito Cooperativo ha messo a segno più obiettivi, migliorando il proprio impatto ambientale. Il progetto green riguarda la storica filiale della Bcc a Dosson di Casier, in piazza Da Vinci, a fianco al municipio: un edificio su tre piani, risalente agli anni Ottanta. L'intervento di riqualificazione energetica è stato possibile grazie all'installazione di un impianto fotovoltaico da oltre 18 kW sul tetto della filiale, che consente di produrre energia pulita dal sole, ed una pompa di calore che ha sostituito - con una sola macchina - sia la vecchia caldaia per il riscaldamento, sia il refrigeratore utilizzato per il raffrescamento degli ambienti di lavoro. I lavori di sistemazione sono cominciati a novembre 2016 e terminati nei primi mesi del 2017. Nell'intervento sono state coinvolte diverse aziende, coordinate dalla società Eng srl, la quale ha curato per conto della Bcc la parte progettuale, la direzione lavori, le pratiche autorizzative e la richiesta di incentivi. In particolare, l'impianto fotovoltaico della filiale di Dosson è costituito da 70 moduli fotovoltaici di ultima generazione, della potenza di 260W ciascuno, capaci di coprire una parte consistente del fabbisogno elettrico della banca.

È stato calcolato che ogni anno saranno evitate emissioni in ambiente di circa 7,3 tonnellate di anidride carbonica, grazie alla produzione di energia pulita con l'aiuto del sole. "Tenuto conto che le precedenti macchine per la climatizzazione erano ormai datate e da sostituire, - ha commentato il presidente di Banca di Monastier e del Sile, Renzo Canal - l'intervento si è trasformato per noi nell'opportunità concreta di rinnovare gli impianti, recuperando gran parte del costo sostenuto, con un significativo risparmio energetico. Operazione che anche i privati possono oggi agevolmente realizzare nelle proprie case. A tal proposito, come banca abbiamo ideato un prodotto green, il finanziamento 'Nuova Caldaia' per clientela privata, finalizzato appunto all'installazione di moderni impianti, capaci di migliorare l'efficienza energetica degli edifici, così come altri prodotti sono stati pensati per assicurare gli impianti fotovoltaici".

Sempre in ottica di sostenibilità energetica, Banca di Monastier e del Sile ha avviato già da qualche tempo un progetto di digitalizzazione cartacea delle proprie filiali, ottimizzando l'uso delle stampanti, diminuendone il numero e sostituendole con multifunzione a basso consumo. Inoltre, attiverà presto nuove procedure per la contrattualistica e le contabili bancarie, che potranno essere completate via tablet; la copia cliente sarà inviata direttamente all'home banking del cliente, mentre la copia della banca all'archiviazione sostitutiva. Infine, la Bcc dal 2015 ha adottato un sistema per il monitoraggio dei consumi energetici, implementandolo in ogni sede e filiale operativa.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

BCC di Monastier e del Sile: un palazzo green e altre iniziative

TrevisoToday è in caricamento