rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Green

Smog, falò e salute: tutti in bici con la Critical Mass

Appuntamento alle 19 in piazza Indipendenza a Treviso con l’iniziativa spontanea sostenuta da GRA - Grande Raccordo Ambientale e associazioni locali

Torna puntuale anche a febbraio la Critical Mass, una biciclettata spontanea, festosa, colorata e consapevole sostenuta da Legambiente Treviso, FIAB Treviso, Treviso Pattina, assieme alle associazioni e le persone del collettivo GRA - Grande Raccordo Ambientale. Appuntamento ancora più significativo visto che in soli due mesi il capoluogo della Marca ha registrato oltre venti giorni di sforamento dei livelli massimi di PM10 e PM2.5 stabiliti dalla legge italiana, nonché alla luce della recente approvazione alla Camera dei Deputati dell’emendamento cosiddetto “salva falò”. Partecipare, anzi, secondo i sostenitori di Critical Mass Treviso, è fondamentale per spingere l’amministrazione a occuparsi maggiormente del tema e al contempo a manifestare il proprio disaccordo rispetto a irresponsabili scelte dello Stato.

Allo slogan ormai classico della Critical Mass, "Meno auto, più bici, più amici!", potrebbe aggiungersi anche “meno smog e più salute”. Questo in particolare è uno dei messaggi che questo mese i sostenitori dell’iniziativa intendono veicolare a cittadini e cittadine: utilizzare la bici, in contesti come Treviso in cui l’aria è irrespirabile, è più salutare che stare fermi chiusi in macchina. Lo dimostrano ormai molti studi, condotti già negli anni Novanta ma anche in tempi più recenti: in mezzo al traffico, gli agenti inquinanti – a partire da quelli dell’auto di fronte alla propria – penetrano nell’abitacolo attraverso i sistemi di aerazione e vi rimangono intrappolati; di conseguenza, in queste situazioni le persone più esposte alle sostanze dannose sono proprio quelle sedute in auto. Chi si sposta a piedi ma soprattutto in bicicletta invece può tenersi a distanza dalle auto incolonnate, scegliere vie meno trafficate, e respirare all’aria aperta e non quella ridotta allo spazio dell’abitacolo. Ecco allora che “più bici” significa “meno smog” e anche “più salute”: questo il messaggio che la Critical Mass spera di far giungere all’amministrazione trevigiana attraverso una partecipazione ampia.

Critical Mass significa “massa critica” e la sua importanza si può comprendere nelle parole “Safety in numbers”: un gruppo numeroso di ciclisti è più sicuro di un ciclista da solo. Nel mezzo del traffico automobilistico, un ciclista da solo viene ignorato ed è più soggetto a restare vittima dell’impatto con le autovetture; il gruppo invece viene visto e “rispettato”. Per questo, gruppi di cittadine e cittadini trevigiani più o meno numerosi a seconda del mese, sia con il sole che con la pioggia, da marzo 2019 si sono trovati all’ombra della Teresona di piazza Indipendenza e sono partiti per una biciclettata condivisa, spesso attrezzati di trombette, musica e bandiere allo scopo di farsi notare e di lanciare il messaggio che spostarsi in bicicletta per andare al lavoro e a scuola deve essere possibile e sicuro, oltre che essere divertente. È una questione di tutela dell’ambiente, ma anche di salute della cittadinanza.

«La Critical Mass è un’occasione con cui i cittadini e le cittadine possono farsi sentire e dar voce alla richiesta di vivere in una città più sicura e salubre» spiegano dal circolo Legambiente Treviso «Auspichiamo che il tema della qualità dell’aria sia tenuto in sempre maggiore considerazione da parte delle istituzioni cittadine e locali, prendendo anche le distanze rispetto a scelte irresponsabili e incomprensibili da parte dello Stato, dal momento che proprio ieri la Camera dei Deputati ha approvato l’emendamento “salva falò”. Su questo tema ci uniamo al coro di Legambiente Veneto e alle parole del presidente Luigi Lazzaro, che invita le istituzioni “a riconsiderare questa decisione intrisa di ideologia e a promuovere piuttosto politiche attive con adeguate risorse per soluzioni sostenibili che rispettino sia le tradizioni che l'ambiente».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smog, falò e salute: tutti in bici con la Critical Mass

TrevisoToday è in caricamento