menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La tavola rotonda

La tavola rotonda

La città di Treviso esempio di SmartCity nazionale: Manildo festeggia

SmartCity Exhibition e Manildo: “Treviso capofila del progetto Smart City. Città metropolitana occasione per il rilancio dell’occupazione”

TREVISO - La Smart City Exhibition ha parlato veneto. L’evento fieristico di Bologna, in corso dal 22 al 24 ottobre, ha ospitato mercoledì mattina la tavola rotonda dal titolo Smart City, Smart Community: quale modello per le realtà urbane di riferimento dei propri territori?” a cui hanno preso parte diversi sindaci e amministratori locali: Giovanni Manildo sindaco di Treviso, Jacopo Massaro Sindaco di Belluno, Andrea Cereser, sindaco di Sandonà di Piave, Alessandra Gazzola, assessore al bilancio del Comune di Treviso, Ofelio Michielan assessore ai lavori pubblici del Comune di Treviso, Giovanni Cunico assessore all’innovazione e alla progettazione europea del Comune di Bassano del Grappa, Otello Paraluppi Segertario generale del Comune di Treviso, Giancarlo Corò professore di economia dell’Università Ca’ Foscari e Michele Masé, volontario politico dell’amministrazione comunale trevigiana.

Treviso è oggi il comune capofila del progetto Smart Cityha dichiarato il sindaco di Treviso Giovanni Manildo – Nell’incontro di questa mattina abbiamo condiviso le esperienze già avviate e illustrato il modello di governance elaborato in questo primo anno di mandato. Un’occasione positiva di confronto dalla quale è emersa la necessità di proseguire sulla strada già intrapresa da Treviso”.
A descrivere alcune delle azioni“smart” che hanno caratterizzato il lavoro dell’amministrazione nel primo anno di governo del territorio l’assessore al bilancio Alessandra Gazzola: “La redazione delle linee programmatiche ha rappresentato per il Comune di Treviso il primo tentativo per riordinare la programmazione dell’ente e renderla coerente con la visione Smart City che aveva deciso di adottare. Inoltre il Documento unico di Programmazione (DUP) nella sezione strategica implementa la visione smart e la rende coerente con le missioni del bilancio economico. A queste azioni si aggiungono il bilancio sociale e il percorso verso gli Stati Generali a cui stiamo lavorando”.

Il primo cittadino è inoltre intervenuto nel programma generale dei lavori della Smart City Exhibition al convegno dal titolo “Legge 56/14 e riforma della governance locale in una prospettiva di sviluppo delle economie territoriali: “ La norma costituisce un fischio di inizio nella definizione della Città Metropolitana - ha dichiarato Manildo – Come amministratori abbiamo il compito di dare una risposta in termini istituzionali a una realtà che già esiste. Siamo pronti come capoluogo a lavorare come punto di aggregazione dei comuni così da poter iniziare ad affrontare il problema a livello sovracomunale. Le città metropolitane possono svolgere un ruolo di primo piano nel rilancio dell’occupazione e della crescita del territorio oltre che nella semplificazione burocratica e nell’efficienza dei servizi. In questi termini l’approvazione della “legge Delrio”non chiude il percorso ma lo apre. E’ necessario però che il lavoro sotto il profilo politico, amministrativo e legislativo continui”, ha chiuso il sindaco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Schianto tra due moto e un'automobile: morto un centauro 25enne

  • Cronaca

    Lutto a Follina, l'alpino Mario Naibo è andato avanti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento