Piano caldaie a Treviso, drastica riduzione delle emissioni inquinanti

La sostituzione degli impianti obsoleti con gli ecoincentivi comunali ha permesso di ridurre le emissioni di 600 tonnellate all’anno contro le 1400 del parco caldaie preesistente

Una caldaia da revisionare

Forte riduzione del consumo di energia e di emissioni di gas inquinanti: sono questi i risultati raggiunti grazie agli ecoincentivi comunali per la sostituzione delle vecchie caldaie a gasolio con altre di nuova generazione (che proseguirà fino al 25 ottobre) e per l’acquisto di biciclette a pedalata assistita. Grazie alle nuove installazioni, seguite alle 127 istanze di richiesta approvate, è stato possibile ridurre le emissioni di CO2 di circa 600 tonnellate all’anno contro le 1400 emesse dal precedente parco caldaie, pari ad un volume di 335 mila metri cubi, l’equivalente di quattro palazzi da tre piani e di 160 auto di medio/piccola cilindrata che percorrono circa 20 mila chilometri all’anno.

Un grande passo in avanti nella lotta all’inquinamento atmosferico, nella quale, a fronte delle domande pervenute, sono stati impegnati circa 120 mila dei 188 mila stanziati a fondo perduto. Al fine di rendere ancora più agevole la partecipazione sono stati infatti semplificate le procedure tecniche di partecipazione, anche con l’eliminazione del requisito della certificazione I.S.E.E. per la graduatoria di ammissione al contributo per le biciclette elettriche. «Abbiamo puntato tantissimo su questi ecoincentivi, proprio perché crediamo che la riduzione dell’inquinamento passi soprattutto attraverso la sostituzione degli impianti obsoleti», le parole del sindaco Mario Conte. «La nostra Amministrazione sta dimostrando grande attenzione nei confronti dei temi ambientali e della riduzione delle emissioni. Oltre al piano caldaie, stiamo promuovendo l’iniziativa “Adotta un Albero” per la piantumazione di essenze ad alto coefficiente di mitigazione ambientale, oltre all’utilizzo dei bus elettrici e della biciletta».

«Siamo molto soddisfatti per il risultato degli ecoincentivi comunali -afferma l’assessore alle Politiche ambientali Alessandro Manera- Stiamo lavorando ancora per la diffusione e la conoscenza del bando nelle strutture condominiali e, parallelamente, per l’allargamento dell’iniziativa all’installazione di impianti termici a pompa di calore che permettano il raffrescamento estivo degli ambienti». «Per quanto riguarda le biciclette a pedalata assistita, intendiamo promuoverne l’uso, anche perché queste rappresenteranno uno dei punti più importanti nell’ottica di una città più ecosostenibile e ciclabile».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la Ferrari del papà il figlio di mister Nice

  • Camionista trovato morto nel parcheggio del centro commerciale Arsenale

  • Lutto nel mondo del Prosecco: Orfeo Varaschin muore a 50 anni

  • Autotreno pieno di ghiaia si ribalta in strada: traffico in tilt

  • Camper sbanda e distrugge una balaustra del ponte di Vidor: gravi disagi al traffico

  • Pullman per la gita scolastica non a norma: sequestrati dalla polizia stradale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento