Donazione di ozono per sanificare gli automezzi della Protezione civile di Treviso

Oxygenio ed è un dispositivo che si collega al tubo di carico acqua della lavatrice: permette di lavare e disinfettare il bucato in lavatrice eliminando il 99% dei detersivi e prodotti chimici

Come assimila la crema idratante, la nostra pelle assorbe anche i residui chimici di detersivo che “dimorano” negli indumenti che indossiamo quotidianamente, le lenzuola su cui dormiamo, gli asciugamani che adoperiamo. Inoltre l’abitudine di abbondare con additivi e ammorbidente, di certo non aiuta.

È un errore comune, compiuto inconsciamente dalla maggior parte delle persone ogni giorno. Molti detergenti contengono sostanze chimiche tossiche, conservanti, profumi e coloranti artificiali, causa di diversi problemi alla pelle, soprattutto se già si è predisposti a eczemi o allergie cutanee. Senza contare che parecchie lavatrici, con il tempo, diventano meno efficienti nel ciclo di risciacquo, a maggior ragione se si è abbondato con i detergenti. Questo perché, anche se sviluppati e testati per essere più che sicuri, i detersivi per la biancheria, come tutti i prodotti che devono garantire una buona azione detergente, alterano il microfilm idrolipidico superficiale protettivo provocando reazioni fastidiose. La pelle, infatti, è il nostro organo più esteso ed è permeabile, assorbe le sostanze cui è esposta e le trasporta nel flusso sanguigno. Per quanto ecologici, i detersivi sono un vero problema anche per l’ambiente: secondo l’Unione Europea, “sono la terza fonte di dispersione di fosfati dopo agricoltura e fognature e i più invasivi sono i detersivi per lavatrici”. Solo in Italia, si scaricano ogni anno oltre 500mila tonnellate di detergenti vari. Come dire che le nostre coste sono inquinate ogni 150 chilometri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dal cuore di Treviso, e dalle menti di imprenditori illuminati, arriva la risposta che coniuga salute e risparmio. Prodotto totalmente made in Italy, nato nel 2017, si chiama Oxygenio ed è un dispositivo che si collega al tubo di carico acqua della lavatrice: permette di lavare e disinfettare il bucato in lavatrice eliminando il 99% dei detersivi e prodotti chimici, a tutto vantaggio dell’ambiente e del risparmio economico.
Una tecnologia brevettata combina efficacemente elementi naturali come l’ossigeno attivo, in altre parole l’ozono, nanoparticelle di argento, raggi uv e acqua fredda o a bassa temperatura. Il risultato è un bucato pulito, disinfettato e privo di allergeni, in maniera del tutto “green”. La tecnologia di Oxygenio è in uso da anni negli Stati Uniti e in altri Paesi del mondo per lavare la biancheria in ospedali, cliniche e hotel. Ma il team di Oxygenio ha anche un occhio di riguardo per la salute del territorio. In questi anni, infatti, Dario Florio ha donato il dispositivo a realtà associative come l’Ail di Ascoli Piceno e istituzioni. Tra le altre, spicca quella alla Protezione Civile di Treviso, per la sanificazione degli automezzi in piena emergenza sanitaria: «In questo difficile periodo in cui tutti ci stiamo adoperando affinché il contagio di questo virus venga fermato, in modo da tornare alla normalità il prima possibile - scriveva il 20 aprile scorso in una lettera il sindaco di Treviso Mario Conte - desidero ringraziarvi per il prezioso gesto a favore della comunità trevigiana. Questa vostra impostante testimonianza di solidarietà mi rende orgoglioso - concludeva la lettera - per questo vi ringrazio di cuore a nome della città di Treviso».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gioca al Lotto e vince 165mila euro centrando una quaterna

  • E' morto Tommaso, il bimbo di Dosson schiacciato da un cancello

  • Ex Caserma Serena: 133 migranti positivi al test del tampone

  • Disperate le condizioni del bimbo schiacciato da un cancello scorrevole

  • Cancello scorrevole si stacca e travolge bimbo di quattro anni, grave in ospedale

  • Coronavirus, Zaia: «In Veneto misure prorogate fino al 15 ottobre»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento