rotate-mobile
Scuola

Red Bull basement: anche nel 2021 gli studenti possono impattare e cambiare il futuro

H-Farm a Treviso ospiterà il secondo evento di lancio. Le application sono aperte fino al 24 ottobre 2021.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

È arrivata la terza edizione di Red Bull Basement. I giovani imprenditori, creatori e innovatori di oggi sono la forza che sconvolgerà lo status quo e guiderà il cambiamento per un futuro sempre più positivo. Il viaggio è ricominciato: una nuova unica possibilità per gli studenti di tutte le aree di studio di accelerare lo sviluppo delle loro idee geniali. In questo programma internazionale, i giovani changemakers hanno la possibilità di amplificare la loro voce, mostrare le loro abilità e ambizioni e usare la tecnologia per rendere il mondo di domani un posto migliore. Gli studenti seguiranno un percorso di mentoring, workshop ed eventi di networking, fino alla finale globale in cui leader, imprenditori e visionari di tutto il mondo collaborano con squadre di studenti che rappresentano ognuno dei 44 paesi partecipanti. Red Bull ha organizzato 3 eventi di lancio e di incontro con gli studenti per amplificare la portata di questa opportunità. Il primo vedrà protagonista l’università IULM di Milano giorno 11 ottobre, con un seminario online aperto a tutti, mentre gli altri verranno sviluppati all’H-Farm di Treviso il 13 ottobre, che darà dal vivo la possibilità di far conoscere ai propri studenti questa occasione di supporto all’iniziativa giovanile e un workshop al ToolBox di Torino previsto il 16 ottobre. Gli studenti dell’H-Farm, giorno 13 ottobre, avranno la possibilità di confrontarsi con: - Prof. Alberto Brugnoli, Dipartimento di Economia e Managment presso Università Ca’ Foscari, Venezia - Domenico Galdiero, founder Dropper e Red Bull Basement National Finalist nel 2018 - Fabio Wibmer, Street Trials and MTB Pro Rider, Austria; atleta Red Bull - LAVA AQUA X, Red Bull Basement 2020 Global Winner Il dibattito si concentrerà sulle relazioni tra mondo del lavoro e dello sport e su come iniziative come Red Bull Basement possa confermarsi un utile strumento per dare la possibilità agli studenti di esprimersi attraverso le proprie idee. Numerosi team delle precedenti edizioni di Red Bull Basement hanno avuto poi la possibilità di creare imprese e lanciare le proprio idee sulla scena mondiale. Il top team del 2019, l'austriaco Audvice, ha fatto passi importanti dalla sua partecipazione, ricevendo recentemente un finanziamento a sei cifre nel primo round di investimento per il suo tool di apprendimento e collaborazione. L'anno scorso - quando oltre 3.800 Team si sono candidatei - il team britannico Lava Aqua X ha entusiasmato gli esperti con una reinvenzione ecologica della lavatrice. Con lo slancio ottenuto, si apprestano ora a lanciare il loro prodotto sul mercato. "La cosa bella di Red Bull Basement è che può funzionare per una varietà di idee diverse. Siamo stati in grado di costruire un prototipo e di prendere accordi per la proprietà intellettuale e il marchio. Inoltre, abbiamo appreso moltissimo da opportunità come i workshop", ha detto il co-fondatore di Lava Aqua X, Paramveer Bhachu. "Volevamo anche parlare di sostenibilità e il risparmio dell'acqua, e la portata dell'evento ci ha messo in contatto con persone di tutto il mondo". Anche i finalisti italiani dell'edizione 2020 che hanno sviluppato “Foodlocker” (un sistema per dare agli studenti la possibilità di prenotare in anticipo il proprio pranzo e di poterlo trovare, all'ora prescelta, in un apposito locker riscaldato, così da avere il pranzo pronto), erano entusiasti della loro partecipazione. I membri del team Lorenzo Sironi (NABA Milano) e Rosa Jean Padelletti (Università Cattolica di Milano) hanno commentato: “É nato tutto quasi per gioco, conoscevamo Red Bull Basement grazie a varie fonti, social e amici in primis. Ci siamo proposti a vicenda di provare a far parte del Red Bull Basement, pensando a più non posso a un'idea che potesse funzionare e che nascesse dal connubio di due facoltà molto diverse. Tutto è nato quando ci siamo inviati, nello stesso istante, un audio whatsapp proponendoci l'idea di poter ritirare il nostro pranzo in mensa in un locker, saltando così la solita lunga fila. L'idea prende il volo. Ci incontriamo per preparare il video presentazione, scriviamo un pitch ma con l'intento di far presenza, neanche lontanamente pensando che saremmo stati i vincitori di quell'anno. E invece tutto questo si è realizzato: prima la vittoria a livello nazionale e poi la creazione del nostro progetto. Red Bull ci ha supportato ogni giorno nello sviluppo dell'idea aiutandoci a capire quando fosse il caso di distruggere tutto e ripartire da capo. Il Red Bull Basement è stato per noi l'occasione perfetta per metterci in gioco e per mettere le ali.” Per candidarsi all'edizione 2021, i team, formati da 1 o 2 studenti dai 18 anni in su e attualmente iscritti all’università, devono semplicemente visitare il sito web Red Bull Basement e caricare un video di 60” che spieghi, in modo chiaro e conciso, la loro idea per cambiare il mondo grazie alla tecnologia. Tutti gli utenti avranno la possibilità di segnalare le loro idee preferite, criterio che insieme a fattibilità, creatività e impatto, aiuteranno i giudici a determinare il team finalista nazionale I Team finalisti nazionali avranno circa cinque settimane per sviluppare ulteriormente le loro idee con l'aiuto di un programma di mentorship internazionale prima di partecipare a una coinvolgente finale globale di tre giorni a Istanbul, in Turchia, dove le squadre presenteranno i loro progetti a una giuria di esperti. Per l’edizione italiana di Red Bull Basement 2021 una delle grandi novità è la media partnership con StartupItalia, da sempre attenta alle tematiche giovanili e di sviluppo tecnologico. “Nel nostro duplice ruolo di editore che si occupa di startup e innovazione, nonché di vera e propria startup, siamo sempre alla ricerca di nuove formule di promozione della cultura imprenditoriale - ha detto Filippo Satolli, CEO di StartupItalia - Il progetto Basement di Red Bull propone una strada diversa per arrivare a diventare startup. Siamo felici di partecipare all’edizione 2021 di questo progetto, e racconteremo sulle pagine del magazine il meglio di Red Bull Basement”. Le fasi Red Bull Basement 2021 1 settembre - 24 ottobre: Application aperte. Gli utenti sono invitati a votare le idee preferite sul sito web di Red Bull Basement 11 ottobre: RED BULL BASEMENT MEETS IULM - ore 16.30. Link al seminario 13 Ottobre: RED BULL BASEMENT MEETS H-FARM - ore 16.00, evento live dedicato agli studenti del Campus di H-Farm a Treviso 16 ottobre: RED BULL BASEMENT WORKSHOP - dalLe 9 alle 16.30, evento live al Toolbox Torino, via Agostino da Montefeltro 25 ottobre - 2 novembre: I giudici nazionali selezionano una squadra per rappresentare l'Italia nella finale globale, che si conclude con un annuncio simultaneo di tutte le squadre selezionate. 13-15 dicembre: Le squadre internazionali si collegano e presentano le loro idee alla finale globale a Istanbul, Turchia. --- I partner globali Red Bull Basement è presentato in collaborazione con partner tra cui NTT. Come Official Technology Services Partner, NTT riunisce leader di pensiero e studenti utilizzando i suoi innovativi servizi di esperienza ibrida, per educare, ispirare e insegnare, indipendentemente dalla geografia o dalla posizione. NTT ha selezionato e sostenuto un team che ha partecipato alla finale globale 2020 - team ROBOCEAN - in cui giovani innovatori sono pionieri di una nuova generazione di robotica sottomarina per aiutare a ripristinare gli ecosistemi oceanici. Lo stesso farà nel 2021, sostenendo un altro I Giudici - DARIO GRIECO, founder di different, una piattaforma di divulgazione scientifica e culturale che, attraverso l’utilizzo del proprio sito internet e dei social network, avvicina le persone alla cultura consentendo loro di accrescere le proprie nozioni in vari ambiti (scienza, tecnologia, ambiente, ecc..) stimolandole a dare vita a nuove idee e progetti. L’attività online si basa sulla stesura di articoli, post e video realizzati dal nostro team oltre alle collaborazioni con aziende, startup, associazioni, ONLUS e progetti digitali in ambito socioculturale. different e il suo network contano più di 1.500.000 utenti che seguono costantemente il progetto e una media di 60.000 visitatori unici mensili sul sito (www.thedifferentgroup.com). Il network different, solo sui canali Instagram, ha raggiunto i 50 milioni di like complessivi nel 2020 (https://www.thedifferentgroup.com/). - RICCARDO DONADON, founder, chairman di H-Farm; Riccardo lavora nel mondo dell’innovazione dal 1996, anno in cui ha sviluppato il primo ecommerce italiano, il Mall Italy Lab, successivamente venduto a Infostrada. Tra il 1998 e il 2003 ha fondato e portato al successo E-TREE, che in pochi anni è diventata la prima web agency italiana in grado di offrire servizi e nuove soluzioni basate su internet. Nel 2005 ha fondato H-FARM, con l’obiettivo di supportare i giovani a cogliere le enormi opportunità indotte dal digitale. Oggi H-FARM è il più grande polo di innovazione in europa dove imprenditori, professionisti e studenti vengono accompagnati e collaborano tra loro nei processi di trasformazione digitale (www.h-farm.com ). - LUCA ANNUNZIATA, editor a StartUp Italia, una piattaforma digitale, che unisce fondatori, investitori, studenti e aziende in modo che tutto l'ecosistema si possa vedere, possa parlarsi in modo aperto con tutti gli investitori e con tutti gli acceleratori italiani e internazionali.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Red Bull basement: anche nel 2021 gli studenti possono impattare e cambiare il futuro

TrevisoToday è in caricamento