Martedì, 18 Maggio 2021
Segnalazioni Centro

Festa della donna: in 111 uffici postali della provincia di Treviso il direttore è donna, 225 invece le portalettere

Poste Italiane è oggi un’azienda per oltre la metà “in rosa”: in provincia di Treviso le donne sono oltre 800, tra portalettere ed impiegate. Nella foto, le impiegate dell'ufficio postale "Treviso 3", zona Pescheria.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Poste Italiane è oggi un'azienda per oltre la metà "in rosa": in provincia di Treviso le donne sono oltre 800, tra portalettere ed impiegate. Negli uffici postali lavorano 111 direttrici, pari al 66% del totale. Le portalettere sono 225, il 41% del personale addetto alla consegna della corrispondenza. 5 dei 9 centri di distribuzione presenti in provincia di Treviso sono diretti da una donna. L'occupazione femminile all'interno dell'Azienda risale al 1865 ed è aumentata in modo graduale nel corso degli anni. Ai primi del '900 per la prima volta il ruolo femminile viene riconosciuto e tutelato ed è nel corso della prima guerra mondiale che si assiste ad un significativo aumento dell'occupazione femminile per compensare i tanti dipendenti postali chiamati al fronte. Un percorso lungo e importante per tutte le donne, legato a quello di una Azienda che ha sempre rispecchiato l'evolversi dei costumi e delle consuetudini che caratterizzano il sistema Paese. Ad oggi Poste Italiane testimonia una delle realtà con la più alta percentuale femminile in Italia, non solo in termini di occupazione ma anche di ruolo dirigenziale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa della donna: in 111 uffici postali della provincia di Treviso il direttore è donna, 225 invece le portalettere

TrevisoToday è in caricamento