rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Attualità Castelfranco Veneto / Via Ospedale, 12

Nonna Maria spegne 101 candeline tra fede e attivismo politico

Nuova ultracentenaria al centro servizi “Domenico Sartor”. Maria Bragagnolo, classe 1922, che ha festeggiato assieme al personale e ai familiari. Tenace e sempre impegnata in politica, è molto nota nella Castellana

Maria Bragagnolo, classe 1922, che ha spento ben 101 candeline al centro anziani Sartor di Castelfranco Veneto. Insieme a lei il personale della struttura, i familiari e la sorella Bianca, anche lei ospite della casa di riposo.

Donna forte e sempre impegnata in politica, Maria è nata a Soranza di Castelfranco Veneto da una famiglia di agricoltori, seconda di cinque figli, ha sempre aiutato in casa e nel lavoro. Donna forte e dinamica, ha da subito voluto portare il suo contributo nella comunità castellana, tanto che negli Anni ’60 ha iniziato la sua attività nella Democrazia Cristiana con Tina Anselmi, battendosi in prima fila per i diritti degli agricoltori, soprattutto per far ottenere pensione e pensione di invalidità alla categoria. Attivismo politico cattolico e grande fede: per 33 anni infatti, ha collaborato con il cugino sacerdote nella Chiesa di San Nicolò a Treviso, tenendo sempre un pensiero per i meno fortunati. Da circa 8 anni al Sartor, ora si gode i 6 nipoti e i tanti pronipoti.

Il commento

«Esempi come quello di Maria ci danno fiducia e speranza per il futuro. Poter festeggiare un’altra ultracentenaria è davvero una grande gioia - conclude Elisabetta Barbato, direttrice del Centro Sartor - specie poi si tratta di un’ospite che si è sempre spesa per il bene della comunità, quello che cerchiamo di fare, tutti assieme in struttura, ogni giorno».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nonna Maria spegne 101 candeline tra fede e attivismo politico

TrevisoToday è in caricamento