blog

Due brevetti in soli due mesi: a 15 anni Francesco rinnova il modo di fare la pizza

Lo studente dell'ITIS Max Planck di Treviso, figlio di Antonio Amatruda (titolare di Tonino Pizza), ha inventato due macchine industriali per stendere "alla napoletana" l'impasto

Due brevetti in soli due mesi di lavoro. Questo il risultato raggiunto dal 15enne trevigiano Francesco Amatruda, studente dell’ITIS Max Planck di Treviso e figlio di Antonio Amatruda (titolare della rinomata Tonino Pizza in viale Cacciatori). "Sin da bambino amava passare i suoi pomeriggi a smontare elettrodomestici per ammirarne la loro composizione e poi costruire, con le loro singole parti, altri attrezzi, invenzioni o giocattoli, mentre non giocava mai alla Playstation - ci racconta papà Antonio - Inoltre, sin da quando aveva 5 anni, Francesco è sempre stato affascinato dal mondo della pizza, tanto da aiutarmi in pizzeria appena ce n'era occasione". 

Il padre, infatti, gli ha nel tempo trasmesso la passione e l’amore per il suo mestiere e questo ha oggi permesso al 15enne di inventare due macchinari industriali per la pizza (sia congelata che non) che la lavorano come un vero pizzaiolo, rispettando l’antica arte napoletana. "Francesco sta sbaragliando la concorrenza - continua il papà - Le sue due invenzioni, che aiutano nella stesura dell'impasto 'alla napoletana', forniscono un prodotto che ha la stessa qualità di una pizza lavorata a mano e con risultati milgiori degli altri prodotti oggi in circolazione. Un bel risultato, soprattutto se conseguito a soli 15 anni!".

Il quindicenne però non si ferma qui : "Voglio portare in alto il nome della mia famiglia e quello della mia regione. Ora punto al mercato internazionale con molte ambizioni e progetti, tra cui un’altra invenzione sempre nel mondo della pizza, ma questa volta nell'ambito del suo condimento".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due brevetti in soli due mesi: a 15 anni Francesco rinnova il modo di fare la pizza

TrevisoToday è in caricamento