Malore dopo lo spinello: la causa della morte non è stato il trauma cranico

Gli esiti dell'autopsia sul corpo di Alin Vasile Lucut, il 19enne di origine rumena, ex studente dell'Alberini deceduto il 2 ottobre scorso dopo due settimane di coma

Alin Vasile Lucut

Non sarebbe stato il trauma cranico dovuto alla  caduta a causare la morte di Alin Vasile Lucut, il 19enne di origine rumena, ex studente dell'Alberini deceduto il 2 ottobre scorso dopo due settimane di coma. A dirlo sono i primi elementi che emergono dall'autopsia sul corpo del giovane, che abitava a Mogliano insieme alla famiglia, effettuata nelle prime ore del pomeriggio di oggi, mercoledì 9 ottobre, dal patologo Antonello Cirnelli incaricato dal pubblico ministero della Procura Minorile di Venezia Amalia Rossato. Per il consulente del pm la caduta è stata causata da un malore che si presume provocato da sostanze quasi certamente stupefacenti che Lucut avrebbe assunto mentre era insieme ad alcuni amici. Ma sarà necessario attendere l'esito degli esami tossicologici e istologici per chiarire di che cosa si tratti.

Due le persone indagate, entrambi minorenni, nei confronti dei quali si ipotizza il solo reato di omissione di soccorso: sono gli amici del 19enne, un 14enne e un 16enne di Mogliano che, dopo averlo visto stramazzare al suolo, sarebbero scappati invece che dargli aiuto e chiamare i soccorsi. Lucut arriverà al pronto soccorso solo un'ora dopo e ora l'autopsia dovrà chiarire se quel ritardo sia risultato fatale, facendo perdere tempo prezioso per salvargli la vita Un secondo fascicolo, aperto sempre dalla Procura minorile, ipotizza invece la morte in conseguenza di altro reato, per ora a carico di ignoti. Un terzo giovane, un 17enne di Martellago, è stato iscritto con l'accusa di spaccio e omissione di soccorso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'incidente era avvenuto appunto al parco Arcobaleno, nel centro di Mogliano Veneto, nel primo pomeriggio dello scorso 17 settembre. Alin Vasile, soccorso dagli infermieri del Suem 118 che gli hanno praticato anche un massaggio cardiaco, era stato ricoverato per un forte intossicazione e il trauma cranico riportato nella caduta. Secondo la prima ricostruzione il ragazzo, prima del malore, avrebbe fumato uno spinello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Smart contro un camion: muore 32enne, l'amica alla guida non aveva la patente

  • Covid, dodici lavoratori positivi in una ditta dell'hinterland trevigiano

  • Schianto sulla Pontebbana, gioielli e arnesi da scasso nella Smart

  • Covid in azienda, 24 positivi: «Ci lavoravano dieci migranti della Serena»

  • Malore improvviso, 40enne ricoverato in elisoccorso: è gravissimo

  • Geox, cooperativa Venere in liquidazione: «Tutelare contratti e posti di lavoro»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento