rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Cronaca Riese Pio X

Tentate violenze a due runners, il giudice dispone una perizia psichiatrica

F.T. è accusato di aver aggredito le due donne fra la metà di luglio e l'inizio di agosto dello scorso anno lungo il "sentiero degli Ezzelini" a Castello di Godego. L'esame dovrà dire se il 28enne era in grado di intendere e volere, se può stare a processo e se è socialmente pericoloso

«Fate presto, non può più aspettare». Con queste parole la madre di F.T., il giovane di di 28 anni, residente a Riese Pio X, che sta scontando una pena per reati di maltrattamenti in famiglia a danni dei genitori, cui avrebbe anche cercato di bruciare la casa e in custodia cautelare nel carcere di Verona per delle presunte tentate violenze sessuali, ha accolto la decisione presa oggi 18 aprile dal gup Piera De Stefani che ha disposto una perizia psichiatrica che dica una parola conclusiva sulla capacità di intendere e volere del ragazzo al momento di commettere i fatti, sulla sue capacità di stare a processo ed eventualmente sulla sua pericolosità sociale. «Sta male, non c'è più tempo da perdere» ha detto la donna, preoccupata per le condizioni del figlio che da quando è rinchiuso nel penitenziario veronese ha visto le proprie condizioni di salute peggiorare visibilmente e che ultimamente avrebbe anche palesato l'intenzione di compiere il suicidio.

Il processo con il rito abbreviato nei confronti di F.T. era condizionato ad una produzione documentale medica e a consulenza psichiatrica a carico del giovane, presentata dalla difesa (affidata all'avvocato Alessandra Nava) e da cui emergerebbe una incapacità di intendere e volere gravemente scemata al momento della commissione dei reati ultimi e che era verosimilmente presente già da prima. Inoltre il ragazzo sarebbe incapace di partecipare al processo. La diagnosi in entrambi i casi è di schizofrenia, cui il giovane sarebbe risultato portatore. La perizia inizierò il 22 maggio prossimo ed è stata affidata allo psicologo Corrado Barbagallo.

F.T., ex promessa di calcio, sta scontando una pena per reati di maltrattamenti in famiglia a danni dei genitori, cui avrebbe anche cercato di bruciare la casa. Tra metà luglio e il mese di agosto dell'anno scorso si sarebbe reso responsabile di tentata violenza sessuale e lesioni personali ai danni di due donne, avvenute sul sentiero degli Ezzelini, a Castello di Godego. Una delle vittime era anche finita in ospedale in gravi condizioni per diverse fratture e le botte subite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentate violenze a due runners, il giudice dispone una perizia psichiatrica

TrevisoToday è in caricamento