Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca Santa Maria del Rovere / Via Enrico Fermi, 9

Tragedia della A27, Bruno Sabbadin al volante con la patente scaduta

Le telecamere di videosorveglianza hanno immortalato la manovra del 67enne trevigiano che domenica pomeriggio ha imboccato l'autostrada al casello di Vittorio Veneto sud per poi procedere contromano. L'uomo, sofferente di una malattia al fegato, era convinto di doversi sottoporre ad una seduta di terapie ma aveva sbagliato il giorno

Bruno Sabbadin, trevigiano di 67 anni, vittima domenica pomeriggio del tragico incidente avvenuto lungo la A27, non avrebbe potuto trovarsi alla guida della sua auto: la sua patente di guida risultava scaduta da una decina di giorni almeno. L'uomo era inoltre sofferente di una grave malattia al fegato che potrebbe averne minato la salute sia fisica che mentale. Sono alcuni dei risvolti emersi dalle indagini che sono state eseguite dagli agenti della polizia stradale che hanno acquisito il filmato, registrato dalle telecamere di videosorveglianza di Autostrade per l'Italia, che immortala la manovra folle che ha provocato l'incidente. Sabbadin ha superato il casello di Vittorio Veneto sud sull'autostrada A27, al volante della sua Kia Sportage, e dopo aver percorso quasi fino in fondo la corsia di accelerazione, ha atteso qualche secondo, il transito di almeno un paio di veicoli, e poi ha fatto inversione di marcia per procedere contromano, incontro al suo destino. Un gesto suicida? Impossibile escluderlo.

Bruno Sabbadin

L'incidente e la morte

L'incidente è avvenuto alle 17.30 di domenica 7 maggio quando il suv dell'uomo ha inizia a percorrere, in senso contrario, la carreggiata sud della A27, quella in direzione Venezia: due minuti dopo ecco il primo incidente, con una Toyota Auris che ha colpito di striscio la Kia Sportage di Sabbadin. A bordo c'è una famiglia veneziana di cinque persone, terrorizzate ma illese; solo il guidatore, G.R., 41 anni, ha riportato qualche contusione. Va decisamente peggio ad una coppia di trevigiani, A.P. 53 anni, alla guida del veicolo. e una una donna 52enne, J.N., seduta al suo fianco: la Volkswagen Passat su cui viaggiano non può evitare l'impatto con il suv che ha puntato dritto contro di loro. Lo schianto, violentissimo, non lascia scampo al 67enne, morto praticamente sul colpo. Restano feriti ma in modo non grave la coppia sulla Passat: sono stati soccorsi dai vigili del fuoco e da medico e infermieri del Suem 118 che li hanno trasportati al pronto soccorso di Vittorio Veneto e al Ca' Foncello di Treviso. Ai soccorritori racconteranno di "aver visto la morte in faccia". Gli accertamenti e i rilievi di legge sono stati eseguiti dagli agenti della polizia stradale del distaccamento della A27, coordinati dal dirigente Martin Egger: la Procura di Treviso, come mero atto dovuto, ha aperto un fascicolo d'indagine che sarà chiuso per la morte del reo.

La scena dell'incidente lungo la A27

Bruno Sabbadin era molto conosciuto a Treviso e aveva un passato come gestore di locali ed era attivo nel mondo della notte: viveva in un appartamento al civico 9 di via Fermi, nel quartiere di Santa Maria del Rovere, poco distante dalla pizzeria "Da Spillo". Da qualche giorno era assistito dalla sorella Roberta che vive a Vittorio Veneto ma si era trasferita nel capoluogo della Marca proprio per aiutare il fratello che ha alle spalle un matrimonio (con un figlio) finito e un legame sentimentale con un'altra donna. E' probabile che domenica scorsa il 67enne si fosse recato da Treviso all'ospedale di Vittorio Veneto (dove era stato ricoverato fino a qualche giorno fa) perchè convinto di doversi sottoporre a terapie per la sua malattia. La sorella, Roberta, lo aveva però avvertito che l'appuntamento per le cure era previsto per la giornata di lunedì. Secondo i vicini di casa e alcuni amici il 67enne non era più in condizioni di guidare a causa della malattia che lo aveva molto provato sia fisicamente che mentalmente. Il funerale si terrà mercoledì 10 maggio alle 14.30 presso la Cattedrale di Ceneda

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia della A27, Bruno Sabbadin al volante con la patente scaduta
TrevisoToday è in caricamento