Domenica, 16 Maggio 2021
Economia

Stefanel nel baratro: il CdA chiede il concordato preventivo, il titolo crolla in borsa -40%

Quello che fu lo storico "Maglificio Piave", nato negli anni '50, è da tempo in crisi: con una delibera si avviano le pratiche per trovare un accordo con i creditori con la supervisione del Tribunale

TREVISO Perdite per 13 milioni, patrimonio negativo per 11,5 milioni, 85 milioni di debiti con le banche, ricavi in contrazione fino a raggiungere i 67,4 milioni di euro. I numeri, impietosi, dei primi sei mesi del 2016 dell'attività di Stefanel, stanno portando nel baratro quello che fu lo storico "Maglificio Piave", nato negli anni '50 e divenuto, negli anni del boom, uno dei gioielli dell'economia trevigiana, in Italia e nel mondo. Altri tempi. Oggi il consiglio di amministrazione della società di Ponte di Piave, come riporta Repubblica.it, ha dato il via libera ad un accordo con i creditori, con la supervisione del Tribunale, per ristrutturare il debito ma proseguire l'attività dal punto di vista industriale. Il titolo in borsa è di conseguenza colato a picco.

LA STORIA La Stefanel S.p.A. è un'azienda italiana che si occupa di abbigliamento. È stata fondata nel 1959 da Carlo Stefanel (1926-1987) come Maglificio Piave, successivamente nel 1980 l'azienda assunse il nome di Stefanel.

1959 - Nasce per iniziativa di Carlo Stefanel il ‘Maglificio Piave'

1970 - L'azienda passa nelle mani del figlio, Giuseppe Stefanel

1980 - Apre a Siena il primo negozio a marchio Stefanel

1982 - Apre il negozio di Parigi, primo punto vendita all'estero

1983 - Stefanel diventa ragione sociale della società

1985 - L'azienda incrementa di quattro volte fatturato e numero di negozi

1987 - Quotazione alla Borsa di Milano

Alla fine anni '80 Stefanel, attraverso una serie di acquisizioni e di accordi internazionali, assume le dimensioni di un grande Gruppo; diversifica la produzione di maglieria aggiungendo abbigliamento sportivo, jeans e prêt-à-porter.

1990 - Acquisizione di Interfashion

2002 - Acquisizione del 50% di Noel International SA, la quale controlla al 100% The Nuance Group leader mondiale nel retail aeroportuale

2007 - Nasce High, marchio di abbigliamento casual chic di Interfashion S.p.A.

Nello stesso anno viene siglato un accordo con il designer Antonio Marras per produrre e distribuire il brand I'M Isola Marras.

2008 - Stefanel avvia il riposizionamento del marchio nel segmento del “simple luxury”

2009 - Stefanel celebra i primi 50 anni di attività. Per festeggiare questo importante anniversario è stata realizzata una capsule collection, “Stefanel50”, disegnata dalle stiliste Annalisa Dunn e Dorothee Hagemann, le “Cooperative Designs”, che hanno attinto all'archivio storico Stefanel rivisitando in chiave moderna 15 capi in maglieria.

I problemi strutturali dell'azienda si aggiungono alla crisi economica: il bilancio si chiude con un fatturato in calo del 10 per cento e una perdita di 44 milioni di euro. Si avvia un piano triennale di rilancio.

2013 - Nel corso dei primi sei mesi del 2013 il Gruppo ha registrato ricavi netti pari ad euro 84,3 milioni, in calo del 12% rispetto all'anno precedente, quando ammontavano a 96 milioni di euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stefanel nel baratro: il CdA chiede il concordato preventivo, il titolo crolla in borsa -40%

TrevisoToday è in caricamento