Economia

Tenuta Amadio, dalla Città dei cento orizzonti ai vertici dell'enologia mondiale

Al concorso internazionale "The Champagne&Sparkling Wine World Championships 2020" l'azienda di Monfumo è la più premiata della denominazione

Simone Rech

È questo quanto ha decretato la giuria di "The Champagne & Sparkling Wine World Championships 2020", concorso internazionale ideato e presieduto da Tom Stevenson (massimo esperto mondiale di bollicine), che ha assegnato una Medaglia d'Oro (unica Gold Medal assegnata ad un Asolo Prosecco Superiore DOCG) e tre Medaglie d'Argento agli spumanti di Tenuta Amadio di Monfumo. Quattro riconoscimenti che rendono la cantina di Monfumo la più premiata dell’Asolo DOCG e consacrano l’Asolo DOCG come una delle denominazioni più interessanti del mondo Prosecco.

Se, infatti, il Dry Millesimato Asolo Prosecco Superiore DOCG ha conquistato la Medaglia d'Oro salendo sul gradino più alto del podio, le versioni Extra Brut 2019, Brut 2019 ed Extra Dry 2019 hanno saputo portare a casa la Medaglia d'Argento, dimostrando tutto il valore e l’impegno di Tenuta Amadio nel perseguire una produzione caratterizzata da avanguardia tecnologica e rigorosi controlli, per dare vita a vini d'eccellenza. Un risultato che pone la cantina di Monfumo guidata da Simone e Silvia Rech ai vertici dell'enologia nazionale ed internazionale, confermando la vocazione vitivinicola di un territorio unico al mondo.

“È una grandissima soddisfazione ricevere questo riconoscimento da esperti del calibro di Tom Stevenson, Essi Avellan e Tony Jordan – commenta Simone Rech – e siamo ancor più fieri di aver ottenuto questo risultato con il nostro Asolo Prosecco DOCG, un vino che è la più autentica espressione del nostro amore per le colline in cui viviamo e lavoriamo. Un territorio prezioso, ricco di storia e cultura, che dobbiamo preservare e valorizzare anche attraverso un’enologia di assoluta eccellenza e sempre rispettosa dell’ambiente”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenuta Amadio, dalla Città dei cento orizzonti ai vertici dell'enologia mondiale

TrevisoToday è in caricamento