Venerdì, 19 Luglio 2024
Economia

Liquidazioni giudiziali e fallimenti, ecco i dati dei primi otto mesi dell'anno

Tra gennaio e agosto la provincia di Treviso registra l'aumento più elevato - +129% - di procedure pendenti in Tribunale. Ma nello stesso periodo marca anche la riduzione più consistente di fascicoli, con un -27%

Treviso capitale economica del Veneto, provincia regina del Nord Est locomotiva dell'economia italiana. Ma anche terra di fallimenti. Secondo i dati diffusi oggi, 5 ottobre, dall'osservatorio Cherry Sea sull'andamento dei procedimenti relativi a vecchi fallimenti e nuove liquidazioni giudiziali (l'istituto che appunto ha sostituito il fallimento) il Tribunale del capoluogo ha fatto registrare, nel periodo compreso tra gennaio e agosto del 2023, un record delle procedure che le anche regala un triste primato a livello nazionale. 

Nei primi otto mesi dell'anno le procedure attive sono infatti 90. Quattro sono invece le pratiche relative al periodo pre riforma e si riferiscono al vecchio istituto. Complessivamente l'aumento è stato del 129% sullo stesso periodo del 2022. Al secondo posto c'è Busto Arsizio, con un progressione pari al +85%. Complessivamente però, rispetto all'apertura di nuovi fascicoli, Treviso segna invece un calo pari al 27%. Guardando a livello regionale, nei primi due quadrimestri dell’anno si segnalano 4.754 liquidazioni giudiziali sopravvenute (2.167 da gennaio a maggio e 2.587 da giugno ad agosto per un +19%). Nel dettaglio la Lombardia risulta prima con 978 nuove pratiche aperte, seguita dal Lazio (540) ed il Veneto (436), mentre i dati più bassi si registrano in Molise (25), Basilicata (34) e Trentino-Alto Adige (40).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liquidazioni giudiziali e fallimenti, ecco i dati dei primi otto mesi dell'anno
TrevisoToday è in caricamento