Treviso Glocal: missione esplorativa a Dubai, alla fiera Big5

Dal 24 al 27 novembre Treviso Glocal, società per l'internazionalizzazione del made in Treviso, accompagnerà cinque aziende artigiane a Dubai in visita alla fiera internazionale per il settore delle costruzioni Big5. L'iniziativa rientra nel più ampio progetto "Esportare per Crescere, 2a edizione. Piccole e medio imprese da locali a internazionali"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Da domenica 24 a mercoledì 27 novembre una delegazione di cinque aziende artigiane operanti nel settore dell'impiantistica/edilizia sarà a Dubai (Emirati Arabi), accompagnata da Treviso Glocal, per visitare la fiera internazionale delle costruzioni Big Five e conoscere da vicino tutte le opportunità di sviluppo per il settore edilizio nei mercati mediorientali.

"Riteniamo che la visita alla fiera sia necessaria per comprendere le potenzialità del mercato, i costi, le possibilità, nonché per studiare i visitatori e gli espositori presenti - commenta Rossella Bianchi, responsabile di Treviso Glocal - L'iniziativa rientra nel più ampio progetto 'Esportare per crescere, 2a edizione. Piccole e medio imprese da locali a internazionali' - attraverso il quale la nostra società supporta e sostiene le aziende trevigiane che per la prima volta decidono di aprirsi ai mercati internazionali. Il percorso completo si articola lungo un intero anno, durante il quale vi sono momenti di check-up, formazione, consulenza, affiancamento personalizzato alle imprese, ricerca e studi di mercato, con l'obiettivo di renderle autonome e consapevoli dei passi necessari per operare in un mercato globale. Il progetto gode del contributo della Camera di Commercio di Treviso e della collaborazione di Confartigianato Marca Trevigiana. Nella sua prima edizione ha raggiunto risultati molto positivi, con aziende artigiane che hanno imparato a relazionarsi in nuovi mercati, mai esplorati in precedenza, riorganizzandosi e dotandosi di nuove competenze e professionalità, nonché di politiche comunicative e di marketing ad hoc. Oltre al gruppo di aziende del settore edile/impiantistica, nell'ambito del medesimo progetto stiamo seguendo anche alcune imprese dell'arredo/casa; con loro ad ottobre siamo già stati in missione a Mosca, visitando la fiera i Saloni WorldWide e numerosi showroom".

Le cinque aziende trevigiane che parteciperanno alla missione di Dubai a fine novembre sono B.T.A. di Bezzo Carlo & C. (azienda di Vittorio Veneto specializzata in tecnologie internet wifi e soluzioni di impianti di fonia/dati integrate); Insatek di Volpago del Montello (operativa nel building automation e nel settore impiantistico per ventilazione, climatizzazione e trattamento aria); F.M. Installazioni di Dosson di Casier (leader nella progettazione e realizzazione di impianti civili ed industriali); Torresan Gino & C. di Crespano del Grappa (lavorati per pavimentazioni, rivestimenti ed arredo in marmo travertino); Bellotto Andrea di Fregona (posatore di piastrelle e marmi).

A Dubai si avvertono chiaramente i segnali di ripresa e di una rinnovata fiducia nel settore edile e delle costruzioni. Nei primi sei mesi del 2013 il valore dei progetti in corso è più che duplicato rispetto all'ultimo semestre 2012. I prezzi di vendita degli appartamenti sono aumentati del 38% nell'ultimo anno, quelli delle ville del 24%. Gli aumenti non hanno comunque frenato il lancio di nuovi progetti edilizi da parte dei più grandi contractor dell'area (Meydan Group, Emaar Properties, Meraas Holding e Nakheel).
Altri fattori che giocano a favore dell'insediamento di aziende straniere nel territorio di Dubai sono agevolazioni e benefit in alcune zone franche, quali parchi tecnologici, distretti dedicati alle eccellenze medicali e del benessere, centri finanziari ed economici.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento