Aziende venete e ambiente: un’indagine di Gc&P e un premio alla pmi più "green"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

La sostenibilità sta uscendo dalla sfera della pura immagine e dei “buoni propositi" ed entrando a tutti gli effetti nel conto economico, portando significativi benefici alle aziende sia come riduzione dei costi sia come aumento dei ricavi. I casi di successo di aziende che investono sulla sostenibilità in termini di prodotti e di processo si contano ormai numerose anche nel nostro Paese e molti casi sono in Veneto. Sono aziende di dimensioni medio grandi, come Baxi di Bassano del Grappa (VI), Pasta Jolly-Sgambaro di Castello di Godego (TV), o più piccole come La Cantina Fasoli Gino, di Colognola ai Colli (VR), la Carrozzeria Conzato, di Pozzoleone (VI).

Queste aziende hanno in comune alcuni elementi che rappresentano un reale vantaggio competitivo: l’ambiente è considerato un’opportunità di crescita del business, tutte hanno sviluppato dei prodotti la cui innovazione consiste nel soddisfare i bisogni dei clienti in modo più verde rispetto ai prodotti tradizionali, e per questo hanno ampliato il numero di clienti potenziali. Coerentemente allo sviluppo di prodotti innovativi sul versante ambientale hanno posto in essere al proprio interno degli interventi significativi di riduzione degli impatti ambientali. Gli interventi a livello ambientale sono andati di pari passo con quelli legati al miglioramento dei processi in ottica Lean, e nella svolta “Lean and Green” hanno coinvolto sui temi ambientali tutto il personale, clienti e fornitori compresi.

E’ proprio rivolgendo l’attenzione alle realtà aziendali che GC&P ha concluso la prima tranche di una ricerca focalizzata sui temi lean & green. Il sondaggio, che ha preso avvio all’inizio di ottobre, conta finora più di 30 aziende partecipanti ma questo numero è destinato a salire nel 2016 al fine di ottenere un campione ancora più sostanzioso su cui poter sviluppare delle considerazioni e definire il posizionamento di ciascuna riguardo gli aspetti dell’azienda “green”.

«Da questa prima tranche della ricerca – afferma Jessica De Toffol, consulente sui temi lean & green per GC&P – emerge una certa sensibilità delle imprese venete per i temi ambientali, che va ben oltre il mero rispetto della normativa. In molti stanno cogliendo il valore di un investimento in questa direzione, e del ritorno in termini di opportunità per i propri business. Ci sono ancora ampi margini di miglioramento, ma sta prendendo piede la consapevolezza dell’importanza di una contabilità che dia la misura precisa della performance ambientale. La sostenibilità ambientale è uno strumento funzionale al profitto e al successo del business, poiché porta con sé un incremento delle vendite e una riduzione degli sprechi e dei costi legati alle risorse utilizzate (materie prime, energia). Rappresenta un vero “plus”, in un contesto evoluto come i nostri mercati, dove la reputazione di un brand acquisisce un valore concreto e misurabile. Il nostro approccio Lean & Green genera effetti positivi sia per la collettività che per le singole aziende».

Le aziende che si renderanno disponibili all’indagine potranno partecipare anche al “Nord(b)Best Green Award” che premierà la realtà che tra il 2016 e il 2017 avrà mostrato il miglioramento più evidente nella performance ambientale. A questo riguardo GC&P ha creato uno speciale indicatore denominato OSR (Overall Sustainability Ratio), che per un verso rappresenta una misura di sintesi dell’impatto ambientale dell’azienda, per l’altro determina la dimensione delle diverse perdite ambientali e dunque aiuta a definire delle linee guida di miglioramento e delle priorità di intervento.

Il vincitore si aggiudicherà un premio pari ad € 10.000, da utilizzare in servizi di consulenza, e la partecipazione gratuita a 5 eventi formativi su temi legati alla gestione imprenditoriale e allo sviluppo internazionale delle PMI che GC&P metterà a calendario per il 2017.

I più letti
Torna su
TrevisoToday è in caricamento