Venerdì, 30 Luglio 2021
mobilità

Mobilità sostenibile: il 18,8% di nuove auto immatricolate in Veneto è ibrido

Sulla base di questo filone green, Autostar ha consegnato una nuova flotta plug-in hybrid all'azienda 3B SpA

L’azienda trevigiana 3B SpA - punto di riferimento mondiale nel settore delle ante per cucine e mobili in kit e da sempre attenta all'ambiente - oggi compie un ulteriore passo avanti implementando il suo parco auto con 6 vetture ibride: una BMW X1 xDrive25e e 5 BMW 330e, tutti modelli plug-in hybrid. Partner operativo dell’operazione Autostar (Gruppo Autotorino), da anni impegnata nella mobilità sostenibile e nella sensibilizzazione sul tema per mostrare come l’evoluzione tecnologica consenta di mettere a disposizione vetture sempre più efficienti, da quelle a motore termico sino a quelle a zero emissioni locali, per offrire la miglior risposta, in termini di minor impatto ambientale.

In Veneto, il segmento dell’ibrido ha più che raddoppiato il suo volume, arrivando a toccare il 18,8% del mercato auto regionale indicando come i consumatori siano sempre più attenti alla mobilità sostenibile. Facendo un esempio, l'impatto ambientale (definito impronta di CO2) di un modello BMW X1 xDrive25e, raggiunge un valore inferiore del 31% rispetto al corrispondente modello a benzina se utilizza la normale ricarica elettrica per il suo intero ciclo di vita, ma se utilizza l’elettricità verde per tutta la sua vita, l'impronta di CO2 è addirittura inferiore del 55%.

“In Autostar, con la filiale BMW di Villorba, a Treviso da più di un anno condividiamo un progetto di mobilità sostenibile con l’Amministrazione del Capoluogo e oggi siamo lieti di incontrare in 3B un’azienda che condivide questa visione, adottando una flotta di vetture BMW plug-in hybrid – ha commentato Mattia Vanini, responsabile area Veneto e Friuli-Venezia Giulia di Autostar-Gruppo Autotorino – Ci fa piacere poter accompagnare i clienti in questo percorso di evoluzione della mobilità, che passa dalle nuove tecnologie applicate alle vetture, ma anche e soprattutto da una continua evoluzione dei servizi in prospettiva sostenibile come ad esempio, il nostro sistema di gestione documentale NoPaper, che ci ha consentito nel 2020 di risparmiare l’uso di 5 milioni di fogli A4 a favore della digitalizzazione di documenti e firme di contratti’.

Il progetto di 3B si inserisce in un programma di medio lungo termine che vede l’azienda da sempre impegnata sul tema dello sviluppo sostenibile. “3B ha sviluppato un piano industriale triennale che inizia proprio nel 2021, con il quale ci proiettiamo attraverso considerevoli investimenti e progetti orientati all’eco-sostenibilità. Siamo certificati ISO 14000 e ISO 45001 e da sempre orientati all’innovazione, alla sicurezza e all’attenzione per l’ambiente; qualità che riconosciamo in BMW Autostar, leader del proprio settore. Per questo motivo, l’abbiamo scelta come partner per l’acquisto della nuova flotta 'sostenibile', che va a sostituire il nostro parco auto aziendale alimentato da motori diesel con la nuova tecnologia 'plug-in hybrid'; dotando inoltre lo stabilimento di una zona Eco-Energy dove trovano spazio le colonnine di ricarica elettrica – commenta l’Ing. Luca Visentin, Direttore Generale di 3B SpA - Nel pensare a questo progetto, è venuto naturale rivolgersi a BMW poiché è la casa automobilistica che per prima ha saputo rinnovare gran parte della propria gamma veicoli. La partnership fra BMW Autostar e 3B era quindi un passaggio naturale’.

L’attenzione al rispetto dell’ambiente di 3B passa anche attraverso l’introduzione di politiche aziendali per la riduzione di sprechi delle materie prime e di gestione dello smaltimento rifiuti, fino all’uso di risorse quali supporti legnosi (MDF e truciolare) rigorosamente prodotti con legno a crescita controllata; nonché l’ideazione dell’ultimo prodotto ‘RESPET®’, vincitore del prestigioso premio REDDOT in Germania, che rappresenta il futuro dei materiali da rivestimento eco-sostenibili nel settore dell’arredamento, poiché impiega PET riciclato al 100% ottenuto attraverso il recupero delle bottiglie di plastica monouso.

Oggi 3B Spa è una realtà industriale solidamente posizionata nel mercato internazionale, con circa 900 dipendenti di 22 nazionalità diverse, una produzione annua di 36 milioni di pezzi, un fatturato di 220 milioni di euro e con una quota di export del 95% in tutto il mondo. Il sito produttivo di Salgareda e i centri logistici ubicati nelle zone limitrofe occupano una superficie totale di circa 300.000 metri quadri, di cui 200.000 coperti. L’azienda continua ad investire in impianti produttivi e logistici seguendo l’evoluzione delle nuove tecnologie digitali che stanno trasformando il sistema industriale. Nel suo percorso di crescita l’azienda ha sempre riservato particolare attenzione alle risorse umane, alla formazione e alla crescita dei talenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità sostenibile: il 18,8% di nuove auto immatricolate in Veneto è ibrido

TrevisoToday è in caricamento